Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15769

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza
3 Giugno 2019
 


 

VI Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

PRESIDENTE DI GIURIA MOGOL

SCADENZA
4 MARZO 2019

 



PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI GAZZÈ E ALETTI
A TORINO SABATO 4 E DOMENICA 5 MAGGIO 2019


 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Paolo Fezzi - Magie del disincanto

di Aletti Editore

La magia è la vita che ci sorprende e ci affascina, quando troviamo all’improvviso qualcosa che spesso neppure avevamo cercato, ma scopriamo essere proprio ciò che nel profondo desideravamo. La raccolta poetica Magia del disincanto questa magia la esplora nell’amore, in quei viaggi che coinvolgono la nostra anima, in quelle vicinanze apparentemente casuali con persone e luoghi, che improvvisamente si svelano, e nella poesia stessa, che nell’antichità nasce dalla magia ed esprime ancora oggi l’incantamento nascosto nelle parole.
La magia si manifesta nel disincanto. Il sociologo Max Weber vedeva nel “disincanto del mondo” il punto d’arrivo del processo di razionalizzazione scientifica della modernità: un disincanto che promette la padronanza tecnica sul mondo, ma finisce per rinchiuderci tra le sbarre di quella che lo stesso Max Weber chiama “gabbia d’acciaio”, simboleggiata qui poeticamente dalla città di Milano, con i suoi navigli interrati, il suo traffico, il prezzo che paghiamo per viverci; una città che fa del lavoro un destino ineluttabile.
La magia ci permette, per brevi momenti, di uscire da questa gabbia, è un lampo di luce che ci rivela la prigionia in cui siamo, ce ne dà la consapevolezza, che è già una forma di libertà.
Quella tra magia e disincanto è una dialettica che non arriva a una sintesi, ma nelle sue oscillazioni diventa uno stato d’animo di sogno malinconico, nostalgia fiduciosa che le contiene entrambi e diventa così quella “magia del disincanto”, che si esprime nella musicalità e nell’essenzialità della parola poetica.

Paolo Fezzi nasce il 5 gennaio 1961, a Milano, la città dove tuttora vive. Laureato in Lettere, lavora da anni nel campo informatico.
Ha scritto le sue prime poesie da piccolo e ha ripreso a scrivere da circa una ventina d'anni, dai primi anni ‘90. Dopo una prima circolazione tra amici, le sue poesie hanno ricevuto una buona accoglienza in circoli culturali milanesi, come la “Compagnia del the” e il Salotto Caracci, e sul web.
La poesia “Antipsichiatria poetica” ha ricevuto una menzione di merito all’edizione 2015 del Premio “La Poesia ci salverà…”, dedicato a Dino Campana. La silloge di poesie inedite ‘‘La magia nel disincanto’’, dalla quale ha avuto origine la presente opera, ha ricevuto il secondo premio all’edizione 2015 del concorso internazionale Il Convivio 2015, “Poesia, Prosa ed Arti figurative”.

Collana "Gli Emersi" - Poesia
€12.00
ISBN 978-88-591-3044-4
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

Seguici su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti