Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Mauro Spina, che presenta ai lettori la raccolta poetica "Sussurri" ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Sussurri”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?

Mauro Spina - Il titolo ‘’Sussurri’’ porta, in sé stesso, il significato dell’opera. È una raccolta che non vuole fare rumore, le poesie chiedono quasi il permesso, timide, di potersi inerpicare sulle pagine ed essere lette. Il titolo non vuole nuocere l’acustica della ricezione, non vuole sconvolgere, l’opera stessa desidera solo essere accolta nel silenzio, sotto voce, ed essere apprezzata, giungere nell’io più profondo e segreto.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?

Mauro Spina - Inizialmente scrivevo innamorandomi di qualsiasi cosa la Natura mi facesse dono: alberi, sabbia, mare, le foglie. Poi ho sentito il richiamo dell’Uomo, sentivo che anche gli oggetti comuni della vita antropica chiedevano di essere raccontati, di non essere dimenticati. Così ho iniziato a guardare la realtà, con gli occhi, però, di un bambino che gioca in un prato. La realtà ha inciso molto, ma non dimentico la matrice bucolica della mia poesia.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?

Mauro Spina - I ricordi. Principalmente ho cercato di salvaguardare dall’oblio i ricordi. Ricordi che variano dai più venali a quelli decisivi, che hanno nel bene o nel male formato ciò che ora guarda riflesso nello specchio tutte le mattine.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito il libro “Sussurri”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?

Mauro Spina - Come una pioggia battente. Attenzione, però, non è una visione negativa la mia. Dipende da come intendiamo la pioggia, mille e più gocce che cadono sul viso, per me sono una benedizione, fredde carezze che mi strappano sempre sorrisi, se devo descrivere i momenti in cui sono nate le poesie di Sussurri , nel bene o nel male, le descriverei così. Nel bene o nel male, perché ritengo favorevoli, nella resa finale, anche quei momenti che nell’immediato suscitano dolore.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?

Mauro Spina - Montale, Baudelaire e Camillo Sbarbaro. Molto diversi tra loro, ma ognuno di loro mi ha donato tanto, placche di essenza fondamentale.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Mauro Spina - La pittura ha fatto sì che nascessero alcune delle poesie che compongono i Sussurri. Non ho un autore preferito anche se sento una particolare predilezione per Kandinsky.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?

Mauro Spina - Leggo molto, qualsiasi cosa. Non ho una predilezione particolare per qualche genere.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?

Mauro Spina - Preferisco il libro tradizionale, l’odore della carta è unico. Però non disdegno nemmeno il formato digitale, è la lettura che fa bene, non il mezzo atto a far sì che un’opera venga letta, anche se dal canto mio il libro è un mito intramontabile.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.

Mauro Spina - Costante. Frenetico. Avevo ovunque andassi fogli di carta e quadernetti, nei quali annotavo tutto ciò che meritava di essere approfondito. In ogni caso, il mio rapporto con la scrittura è simbiotico. Viviamo assieme.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Sussurri” se non lo avesse scritto.

Mauro Spina - Per il titolo. È umile, non pretende altro se non essere compreso e apprezzato.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?

Mauro Spina - Sì, ho già in mente una nuova raccolta, ho molto materiale maturo e pronto per vedere la luce in una nuova raccolta. Vi darò solo un indizio: frammenti.


Collana Gli Emersi - Poesia
pp.60 €12.00
ISBN 978-88-591-3724-5
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Televisivo Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti