Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16282

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza prorogata e definitiva al 30 Settembre 2019
 


VII Concorso Letterario CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500



Scadenza
21 ottobre 2019


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista ad Andrea Larosa, che presenta il libro “Aforismi, poesie, riflessioni, ed altro” ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Aforismi, poesie, riflessioni, ed altro”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo romanzo?

Andrea Larosa - Ho scelto questo titolo proprio perché il libro contiene molti aforismi su temi molto profondi, come la libertà, l'intelletto, e la nostra stessa vita, il tempo, ecc, ecc, ecc, e poi ci tengo a precisare una cosa: molti dei miei aforismi sono veri e propri concetti filosofici (oggi è assai difficile leggerne!), mentre invece per le poesie posso semplicemente dire che sono poesie molto sentite e che arrivano dal più profondo, e, come per gli aforismi e le riflessioni, i testi delle mie poesie parlano d'amore, e la poesia arriva a me per ispirazione, la cerco nelle cose che mi circondano, nella libertà che mi regala tutta la sua grandezza, e tutto il suo immenso, e la sua infinita semplicità riguardo alle riflessioni. Beh! posso dire che, dopo attente analisi e ricerche, e dopo essermi documentato a fondo su gli argomenti da me trattati, giungo a tali riflessioni e conclusioni..

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
Andrea Larosa – Beh, posso dire che la realtà ha inciso molto nella scrittura, la realtà mi induce a scrivere quello che i miei occhi vedono e le mie orecchie sentono, quello che il mio cuore prova, e quello che il mio animo avverte.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall'oblio del tempo con questo suo libro?
Andrea Larosa – Sicuramente il valore della libertà, in tutte le sue forme. L'amore per mia figlia, e parte del mio libro, il mio caro zio e comandante, ormai defunto: lo ricordo sempre, e l'ho voluto portare con me in questo libro. Lui, per me, è stato un vero maestro di vita, e devo solo ringraziare lui, se oggi sono appassionato alla letteratura, all'arte, e a ogni forma di cultura, e di sapere, e ho voluto ringraziarlo, e ricordarlo, dedicandogli una poesia.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito il libro “Aforismi, poesie, riflessioni, ed altro”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?

Andrea Larosa – Ricordo tutto con piacere: raggiungere la pubblicazione, significa essere arrivati ad un traguardo.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?

Andrea Larosa – Le mie fonti di ispirazione, le trovo nella purezza delle cose che mi circondano, nello scorrere di un fiume, in un tramonto, nella vita, nell'amore. Come osservo nel libro. La mediocrità e la falsa informazione.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Andrea Larosa – Nella mia vita, ho letto milioni di libri, e molti li ricordo a memoria, e sono un profondo conoscitore e ammiratore della Divina Commedia di Dante Alighieri, opera di cui conosco buona parte a memoria.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?

Andrea Larosa – Certo posso dire che Dante mi ha trasmesso il senso e il valore della poesia. Dopo di lui, potrei citare molti altri poeti che ho letto, e che leggo con piacere, Goethe, Pablo Neruda, Alda Merini, Salvatore Quasimodo, Bukowski e Pasolini. Questi poeti che ho appena elencato mi hanno trasmesso il senso della poesia, e dell'arte di esporla, di viverla, e di scriverla. Poi, per quanto riguarda la mia cultura personale, certamente potrei citare Alberto Moravia, Pirandello, Umberto Eco, ma ce ne sono tantissimi, perché la cultura e il piacere della lettura, ormai è un valore che ho, e che non perderò mai nella vita, bisogna sempre cercare di elevarsi, culturalmente e intellettualmente, e di crescere. Poi i sentimenti, come l'amore per mia figlia, l'amore per la mia donna, e l'amore e il sentimento per tutto ciò che appartiene, solo a noi, ed è la nostra vita, e la nostra libertà.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Andrea Larosa – Non proprio influenzato, mi hanno trasmesso il fascino di tramutare in scrittura le sensazioni, e le idee, che la nostra vita ci regala.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
Andrea Larosa – Oltre al mio genere, mi piacciono molto anche i romanzi dove l'autore narra una storia che potrebbe essere anche vera, con la sua fantasia, ed ho scritto anche due romanzi, col frutto della mia sola fantasia.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
Andrea Larosa – Certamente, il libro cartaceo.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro?

Andrea Larosa – Durante la composizione del libro, il mio rapporto con la scrittura è stato un rapporto speciale, fatto di sentimenti, ma anche molto di ragionamento e di impegno, a tutto ciò che scrivo.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Aforismi, poesie, riflessioni, ed altro” se non lo avesse scritto.

Andrea Larosa – Potrei elencarne tanti motivi per i quali comprerei il libro, ma ne elencherò solo qualcuno, e inizio col fatto che è un libro da me scritto, ma da me vissuto.
Poi senza peccare di presunzione, gli aforismi che troverete nel libro sono veri e propri concetti filosofici, semplicizzati nella maniera più eloquente, dove usando poche parole si spiegano temi molto profondi e interessanti. E posso affermare che, ai nostri giorni, è sempre più difficile leggere dei veri aforismi. Mentre invece, per le poesie, sono fonte della mia ispirazione; la sento nascere, e crescere in me! Ed io le do voce.
Quindi acquisterei il libro perché ne vale proprio la pena; i soldi, spesi per la cultura, per un bel libro, per un nuovo autore, sono soldi ben spesi, ci danno sempre qualcosa che serve ad arricchire la nostra personale cultura.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?

Andrea Larosa – Sì ho molte opere in progetto, per il momento da poco ho terminato un altro libro di poesie, e aforismi, ne ho scritti altri due di poesie e di aforismi, ed entrambi hanno ottenuto la pubblicazione. Sono autore anche di due romanzi, “A costo della vita”, che anch'esso è stato pubblicato di recente, e di un altro romanzo che ancora è inedito.
Voglio ringraziare la Aletti Editore per aver pubblicato il mio primo libro, e molto probabilmente ce ne sarà un altro.
E ringraziare voi lettori, dicendovi di non perdere mai il piacere e il gusto della lettura: quando si legge, e si scrive, la nostra mente diventa sempre più aperta, e arricchiamo il nostro bagaglio culturale.

Grazie, e ancora grazie, e vi consiglio di leggere il mio libro.




Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti