Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15299

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 



PARTECIPA AL LABORATORIO
DI SCRITTURA IN POESIA E TESTI DI CANZONI
DI FRANCESCO GAZZÈ E GIUSEPPE ALETTI

TEATRO TRASTEVERE DI ROMA
SABATO 27 E DOMENICA 28 OTTOBRE
OPPURE SABATO 3 E DOMENICA 4 NOVEMBRE

 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018


 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Federica Marengo - Il mondo deve conoscere la mia storia

di Aletti Editore

Giulia Lodovini è una quarantenne, ex brigatista, in carcere da vent' anni per aver compiuto una serie di reati, tra cui l'omicidio del suo stesso “compagno di lotta”.
La prigione, per lei, non è solo un ambiente, il luogo in cui vive e trascorre le sue giornate, ma è una condizione dell'anima che l'accompagna sin dall'adolescenza quando, “fiore” pronto a sbocciare, è stato reciso, strappato via dalla gelida folata dell'indifferenza e del disamore di familiari e conoscenti.
Figlia non desiderata, adolescente ribelle, impaurita e delusa dall'amore per Matteo, giovane borghese insicuro, alla ricerca, anche lui, del suo posto nel mondo, si è chiusa, infatti, sempre più in se stessa per poi trovare nella “lotta armata” il solo scopo dell'esistenza. “Prigioniera di guerra”, vinta da un nemico potente come l'odio, ha scelto, dunque, di immolarsi alla dea Vendetta, perdendosi definitivamente.
Tuttavia, attraverso la discesa agli Inferi del delitto e il Purgatorio del carcere, con il supporto di un sacerdote e di uno psicanalista, che la persuade a tenere un diario dove raccontare la sua storia, libera la sua anima dalla prigionia del dolore e della rabbia, riconciliandosi finalmente con se stessa.
Allora, con il tempismo di cui è capace solo il destino, proprio in concomitanza dell'avvenuta catarsi, ottiene dal giudice, grazie alla buona condotta, che gli ultimi due anni di pena che le restano da scontare siano commutati in lavori socialmente utili. Quindi, uscita definitivamente dal carcere, pronta a ricostruire l'esistenza, celebra il suo primo Natale da persona libera nell'unico luogo in cui si sia sentita davvero amata.
Rinascere è possibile, ora Giulia lo sa, n'è consapevole; sa che può amare ancora, di nuovo, prendendosi cura, mediante il suo ruolo di educatrice, di bambini e ragazzi abbandonati, rifiutati dalla società.
Quel fiore reciso, torna così a sbocciare, perché, come cantava Fabrizio De André: “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”.

Federica Marengo nasce a Napoli nel 1985. Laureata in Lettere Moderne con indirizzo storico, è giornalista, web journalist, scrittrice di poesie, racconti e monologhi. Vincitrice della Nona edizione del Premio Letterario “Letizia Isaia”, nella Sezione Poesia Giovani dedicata ad Alda Merini, ha già pubblicato nel 2012 la raccolta poetica “Pensieri di poesia” (Editrice Montedit, collana I gigli). Sensibile alle tematiche sociali e adolescenziali, dal 2016 è autrice e curatrice di un blog dedicato al bullismo, visitabile all'indirizzo: www.bullismomostrospietato.altervista.org e sulla pagina Facebook Il bullismo quel mostro spietato.


Collana "Gli emersi - Narrativa"
pp.156 €12.00
ISBN978-88-591-5077-0
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti