Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16440

-



4° Premio Letterario Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

Sezioni: Poesia, Narrativa, Teatro, Saggistica e Musica

Scadenza 27 Dicembre 2019
 

Grande novità

nuova masterclass Mogol e Aletti




SCADENZA
11 Gennaio 2020

*******************************

IV CONCORSO
di poesia

"IL TIBURTINO"
GRATUITO



SCADENZA
8 Gennaio 2020

Grandi riconoscimenti per i finalisti:
Premi per i primi 10 classificati e una pubblicazione monografica gratuita con servizi professionali del valore di 1950 euro.

INVIA ORA LE TUE POESIE

 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Incontro con Maria Scalzo Pashianti.

di Rassegna Stampa

Incontro con Maria Scalzo Pashianti.

L'autrice presenterà il romanzo "Pace alla guerra" sabato 23 novembre alle ore 19 presso la Libreria "Tra le Righe" di Conegliano (Corte delle Rose 86).
Presenta: Maria Guidara.
La presentazione sarà accompagnata da una mostra di foto d’epoca.

Dalla quarta di copertina del libro:
Il mio nome?
Giuseppe!
Così fui chiamato in onore di mio nonno.
San Giuseppe Lavoratore, falegname e padre putativo di Gesù Cristo Nostro Signore concepito senza peccato, ispirò la scelta.
Vale la pena ricordare la storia di questi due padri, uno umano, mortale e l’altro Eterno, Divino, incorruttibile e immateriale, pura Energia, Dio stesso, Creatore e Signore di tutte le cose, visibili e invisibili della Terra e dell’Universo.

«In cinquemila anni, gli uomini hanno combattuto più di tremila guerre.
Dalla clava alle armi nucleari e chimiche, passando per gli archibugi e i carri armati, gli esseri umani hanno sempre risolto le loro questioni in modo violento.
Prima o poi, non ci saranno più guerre.
Azione, osservazione, accettazione, Trasformazione: sono queste le tappe dell’evoluzione dell’uomo verso una condizione veramente “umana”.
Il click si chiama consapevolezza, una consapevolezza nuova e profonda che affonda le proprie radici nella presa di coscienza che siamo un unico Essere.
Colpendo un fratello colpiamo noi stessi.
Nella mia immaginazione, Giuseppe, il soldato, rivive tante vite vissute da combattente e da avventuriero in altre epoche, in altri spazi, nella dimensione del sogno o di una veglia leggera e inconsistente nella zona di confine tra il sonno e il sogno.
Ho immaginato i sogni delle sue precedenti vite come la preparazione a questa, probabilmente, una delle ultime.»

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti