Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17407

-




12° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


PAROLE IN FUGA

entro il 3 maggio 2021

Partecipazione Gratuita!


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un successo straordinario, tre ristampe nelle prime due settimane di uscita.

Se non hai Amazon scrivi ad:


amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto "ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Diego Ferraglia, che presenta ai lettori il libro "Sussurri dalla Tana" - Aletti Editore

di Aletti Editore

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai "Sussurri dalla Tana". Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?

Diego Ferraglia - Il libro è una raccolta di componimenti poetici che trattano principalmente il tema dell’Amore, SUSSURRI perché le parole d’amore vengono sussurrate, DALLA TANA è un riferimento alla Tana del Bianconiglio, una dimensione onirica dove le fantasie diventano realtà.


Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?

Diego Ferraglia - La realtà che ho vissuto ha influito tantissimo, senza determinate esperienze non credo avrei scritto questo libro, già dalla prefazione questo aspetto diventa subito chiaro al lettore.


Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?

Diego Ferraglia - Ho voluto salvare e custodire le emozioni provate in un determinato periodo, nulla è più prezioso, è ciò che ci fa sentire vivi.


Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito "Sussurri dalla Tana", se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?

Diego Ferraglia - Un episodio che non scorderò mai è sicuramente stato la consegna della mia prima poesia: scritta su un pezzetto di carta arrotolato e tenuto fermo da un nastro rosso, gli occhi di lei che si illuminavano leggendo e subito dopo incrociavano i miei scaldandomi il cuore… un'emozione che dà dipendenza.


Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?

Diego Ferraglia - Come già viene evidenziato dal titolo Lewis Carroll ha influito fortemente con la sua immaginazione, ma anche Shakespeare e Goethe per il loro romanticismo estremo, poi Baudelaire, Bukowski e tanti altri… una menzione speciale ad un autore italiano: Roberto Emanuelli che con le sue parole riesce a toccare i cuori.


Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Diego Ferraglia - Influenzato non saprei dire, non consciamente per lo meno… Ispirato sì, traggo ispirazione dalla musica, dalla cinematografia e dalla natura che è il più grande artista che possa esistere.


Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?

Diego Ferraglia - Nella lettura come in altri aspetti della vita mi piace variare per non limitarmi e scoprire sempre cose nuove, passo quindi dai classici ai testi di filosofia orientale tuttavia se dovessi scegliere un genere sarebbe la narrativa fantastica.


Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?

Diego Ferraglia - Senza dubbi il cartaceo! Per le sensazioni che ti vengono date dallo sfogliare un libro, l’odore della carta, le piccole imperfezioni quale una sbavatura d’inchiostro… l’esperienza non è paragonabile a mio modo di vedere.


Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.

Diego Ferraglia - Terapeutico, mi spiego: a volte quel che si prova è talmente forte che serve una “valvola di sfogo”…questa è stata la scrittura per me.


Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe "Sussurri dalla Tana", se non lo avesse scritto.

Diego Ferraglia - Lo comprerei perché amo le emozioni e la poesia, una raccolta che trasmette emozioni attraverso la poesia e l’immaginario non rimarrebbe in libreria dopo esser passata sotto il mio sguardo.


Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?

Diego Ferraglia - Non ho smesso di scrivere poesie quindi potete aspettarvi un'altra raccolta prossimamente.


Collana "Poeti in Transito"
pp.100 €12.00
ISBN 978-88-591-6495-1
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti