Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16887

-



Premio internazionale
IL FEDERICIANO XII


Presidente di giuria
Giuseppe Aletti, Dato Magradze,
REDDAD CHERRATI.

SCADENZA PROROGATA
14 settembre 2020

 


TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano

 

*******************************


L'VIII Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500.

Ai primi 10 classificati saranno assegnati trofei e targhe personalizzate.





 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Diego Ferraglia, che presenta ai lettori il libro "Sussurri dalla Tana" - Aletti Editore

di Aletti Editore

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai "Sussurri dalla Tana". Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?

Diego Ferraglia - Il libro è una raccolta di componimenti poetici che trattano principalmente il tema dell’Amore, SUSSURRI perché le parole d’amore vengono sussurrate, DALLA TANA è un riferimento alla Tana del Bianconiglio, una dimensione onirica dove le fantasie diventano realtà.


Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?

Diego Ferraglia - La realtà che ho vissuto ha influito tantissimo, senza determinate esperienze non credo avrei scritto questo libro, già dalla prefazione questo aspetto diventa subito chiaro al lettore.


Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?

Diego Ferraglia - Ho voluto salvare e custodire le emozioni provate in un determinato periodo, nulla è più prezioso, è ciò che ci fa sentire vivi.


Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito "Sussurri dalla Tana", se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?

Diego Ferraglia - Un episodio che non scorderò mai è sicuramente stato la consegna della mia prima poesia: scritta su un pezzetto di carta arrotolato e tenuto fermo da un nastro rosso, gli occhi di lei che si illuminavano leggendo e subito dopo incrociavano i miei scaldandomi il cuore… un'emozione che dà dipendenza.


Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?

Diego Ferraglia - Come già viene evidenziato dal titolo Lewis Carroll ha influito fortemente con la sua immaginazione, ma anche Shakespeare e Goethe per il loro romanticismo estremo, poi Baudelaire, Bukowski e tanti altri… una menzione speciale ad un autore italiano: Roberto Emanuelli che con le sue parole riesce a toccare i cuori.


Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Diego Ferraglia - Influenzato non saprei dire, non consciamente per lo meno… Ispirato sì, traggo ispirazione dalla musica, dalla cinematografia e dalla natura che è il più grande artista che possa esistere.


Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?

Diego Ferraglia - Nella lettura come in altri aspetti della vita mi piace variare per non limitarmi e scoprire sempre cose nuove, passo quindi dai classici ai testi di filosofia orientale tuttavia se dovessi scegliere un genere sarebbe la narrativa fantastica.


Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?

Diego Ferraglia - Senza dubbi il cartaceo! Per le sensazioni che ti vengono date dallo sfogliare un libro, l’odore della carta, le piccole imperfezioni quale una sbavatura d’inchiostro… l’esperienza non è paragonabile a mio modo di vedere.


Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.

Diego Ferraglia - Terapeutico, mi spiego: a volte quel che si prova è talmente forte che serve una “valvola di sfogo”…questa è stata la scrittura per me.


Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe "Sussurri dalla Tana", se non lo avesse scritto.

Diego Ferraglia - Lo comprerei perché amo le emozioni e la poesia, una raccolta che trasmette emozioni attraverso la poesia e l’immaginario non rimarrebbe in libreria dopo esser passata sotto il mio sguardo.


Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?

Diego Ferraglia - Non ho smesso di scrivere poesie quindi potete aspettarvi un'altra raccolta prossimamente.


Collana "Poeti in Transito"
pp.100 €12.00
ISBN 978-88-591-6495-1
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti