Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16954

-



Premio internazionale
IL FEDERICIANO XII


Presidente di giuria
Giuseppe Aletti, Dato Magradze,
REDDAD CHERRATI.

SCADENZA PROROGATA
14 settembre 2020

 


TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano

 

*******************************

XVII Concorso di Poesia d'Amore inedita
"TRA UN FIORE COLTO E L'ALTRO DONATO"

Lascia una testimonianza dei tuoi sentimenti.




Entro il 21 Settembre 2020
Partecipazione Gratuita!

*******************************

L'VIII Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500.

Ai primi 10 classificati saranno assegnati trofei e targhe personalizzate.





 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

LUCA VICINI presenta la raccolta poetica “Corde vibranti” - Aletti Editore

di Rassegna Stampa

LUCA VICINI presenta la raccolta poetica “Corde vibranti” - Aletti Editore

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “CORDE VIBRANTI”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
L. Vicini - Partendo dal presupposto che la nostra anima è uno strumento a corde, dove la mente è la cassa armonica, quando qualcuno o qualcosa tocca l’anima, quindi le sue corde, queste cominciano a vibrare, il nostro pensiero le amplifica trasformandole in emozioni. Da qui il titolo “Corde Vibranti”. Gli argomenti trattati non sono altro che episodi di vita quotidiana realmente vissuta, con espressione scritta delle mie emozioni; alcuni componimenti sono ispirati da immagini, quali fotografie o dipinti che particolarmente mi hanno ispirato.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
L. Vicini - Tutti gli spunti presi sono esclusivamente presi dalla realtà, non vi è alcun componimento che non riguardi gli stati emozionali da me passati e quindi trascritti.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
L. Vicini - Penso che più di ogni altra cosa ha voluto dare un’importanza di spicco alla riscoperta delle emozioni più pure e semplici, che l’affanno di una frenetica vita quotidiana cerca di soffocare.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “CORDE VIBRANTI”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
L. Vicini - Innanzitutto i miei componimenti prendono forma durante due principali momenti della giornata, in genere all’alba o al tramonto, di conseguenza sono fasi in cui mi sento in pace con me stesso e mi “riconnetto” con i miei pensieri.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
L. Vicini - Le mie ispirazioni sono solo ed esclusivamente frutto dei miei sentimenti, scritti di mio pugno.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
L. Vicini - Direttamente no, ma a volte mi capita di ricorrere a delle immagini di altre discipline artistiche, per poter esprimere al meglio i miei pensieri.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
L. Vicini - Non ho un vero e proprio genere letterario che prediligo, sono aperto a qualsiasi forma di scrittura.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
L. Vicini - Indubbiamente la carta stampata ha un fascino che non verrà mai soppiantato dal freddo mondo digitale, quindi preferisco il libro tradizionale.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
L. Vicini - Le mie poesie sono state scritte in maniera alquanto estemporanea, facilitate dal periodo di lockdown a partire dal 28/01/2020, giorno in cui è scaturita dai miei pensieri la frase che introduce il libro :
“… e mi ritrovo solo,
attaccato al mio timone,
a governare la mia vela,
attraversando la tempesta dei miei sentimenti,
sicuro solo di ciò che provo,
sferzato dal pungente vento
dei miei pensieri …”,
dopodiché è stata tutta una ricerca nel riscoprire tutte le mie emozioni, mettendole in versi.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “CORDE VIBRANTI”, se non lo avesse scritto.
L. Vicini - Lo comprerei per riuscire a riscoprire la genuinità delle emozioni che fanno parte di ognuno di noi, che magari le abbiamo solo dimenticate o occultate per paura di affrontarle.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
L. Vicini - Non nego che ho altro materiale per scrivere un’altra raccolta, ma per ora mi accontento di ciò che sono riuscito a realizzare. Ai posteri l’ardua sentenza.

Collana "Gli Emersi - Poesia"
pp.60 €12.00
ISBN 978-88-591-6618-4
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti