Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17035

-



XXI concorso di poesia inedita
"HABERE ARTEM"


Premi esclusivi:
-Trofeo, Targhe e Medaglie personalizzate.
- Una pubblicazione monografica gratuita.
- un weekend in Sicilia totalmente gratuito.

SCADENZA
Lunedì
9 Novembre 2020

 


TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


*******************************


VI Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo, Premio Nobel per la Letteratura.




Presidente di giuria
Alessandro Quasimodo


SCADENZA PROROGATA
Lunedì
21 dicembre 2020



 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Chloy Vlamidis che presenta ai lettori il libro “Naufraghi di pensieri” - Aletti Editore

di Rassegna Stampa

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Naufraghi di pensieri”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?

Chloy Vlamidis - Il titolo “Naufraghi di pensieri” esprime il lavoro di ricerca interiore che mi ha permesso di scrivere questa mia prima raccolta, perché è come se avessi navigato in un libero flusso di pensieri, sensazioni e ricordi lontani nel tempo, dove talvolta è facile naufragare o sentirsi travolti.


Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?

Chloy Vlamidis - Molto, quasi tutte le mie poesie nascono da miei vissuti interiori, o da situazioni in cui mi sono sentita coinvolta emotivamente.


Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?

Chloy Vlamidis - Scrivere questo libro mi ha consentito di ristabilire un contatto con la mia interiorità e di dare voce alla parte più genuina e fanciullesca di me, che ritrova nella natura il suo equilibrio e la sua dimensione ottimale. Quando scrivo è un po’ come se il tempo si fermasse, è un attimo che ritaglio tutto per me, coltivando lo stupore e l’incanto di fronte alle piccole cose.


Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Naufraghi di pensieri”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore, come li descriverebbe?

Chloy Vlamidis - Momenti di libertà passati in luoghi a me cari dove posso ritrovare me stessa, dimenticando pensieri e preoccupazioni.


Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?

Chloy Vlamidis - Nella mia formazione, in particolare durante l’adolescenza, hanno influito la prosa e la poesia di autori come Herman Hesse, Kahlil Gibran e Paulo Coelho. Amo molto anche il libri di Sergio Bambaren, dove la natura e il mare sono presenze imprescindibili.


Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Chloy Vlamidis - La fotografia è spesso parte integrante della mia scrittura, sul sito www.coloratevasioni.wordpress.com, rielaboro alcune foto e pubblico video poesie dando una mia personale interpretazione di luoghi e paesaggi.
Molto importanti per me, sono anche la musicalità e l’immediatezza di un testo, per questo motivo prediligo un linguaggio semplice e diretto, fatto di rime e assonanze.


Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?

Chloy Vlamidis - Ho vari interessi, leggo un po’ di tutto, dai romanzi classici a quelli contemporanei, brevi racconti, saggistica, biografie ecc.


Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?

Chloy Vlamidis- Al 100% il libro tradizionale cartaceo, quello che puoi toccare, sfogliare, annusare, sottolineare e leggere prima di andare a dormire.


Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.

Chloy Vlamidis - Liberatorio e formativo, perché scrivere questo libro mi ha permesso di dare voce alla mie emozioni più intime e di superare alcune mie fragilità.


Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Naufraghi di pensieri”, se non lo avesse scritto.

Chloy Vlamidis- Sono poesie molto intimiste, nelle quali è facile rispecchiarsi. Trasmettono emozioni attraverso un linguaggio semplice e molto visivo, è un po’ come sfogliare istantanee di luoghi reali e immaginari. Alcune poesie sono accompagnate anche da fotografie che ne arricchiscono il senso.


Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?

Chloy Vlamidis- Ho già un po’ di materiale sia scritto che fotografico, perché come scrivo all’inizio del libro: “la poesia può nascere e maturare nella sofferenza o folgorare in un attimo di emozione improvvisa” e le mie fonti di ispirazione sono tante, ma è ancora presto per anticipare qualcosa.


Collana "Poeti in Transito"
pp.60 €12.00
ISBN 978-88-591-6641-2
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti