Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17432

-




12° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


PAROLE IN FUGA

entro il 3 maggio 2021

Partecipazione Gratuita!


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Chloy Vlamidis che presenta ai lettori il libro “Naufraghi di pensieri” - Aletti Editore

di Rassegna Stampa

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Naufraghi di pensieri”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?

Chloy Vlamidis - Il titolo “Naufraghi di pensieri” esprime il lavoro di ricerca interiore che mi ha permesso di scrivere questa mia prima raccolta, perché è come se avessi navigato in un libero flusso di pensieri, sensazioni e ricordi lontani nel tempo, dove talvolta è facile naufragare o sentirsi travolti.


Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?

Chloy Vlamidis - Molto, quasi tutte le mie poesie nascono da miei vissuti interiori, o da situazioni in cui mi sono sentita coinvolta emotivamente.


Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?

Chloy Vlamidis - Scrivere questo libro mi ha consentito di ristabilire un contatto con la mia interiorità e di dare voce alla parte più genuina e fanciullesca di me, che ritrova nella natura il suo equilibrio e la sua dimensione ottimale. Quando scrivo è un po’ come se il tempo si fermasse, è un attimo che ritaglio tutto per me, coltivando lo stupore e l’incanto di fronte alle piccole cose.


Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Naufraghi di pensieri”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore, come li descriverebbe?

Chloy Vlamidis - Momenti di libertà passati in luoghi a me cari dove posso ritrovare me stessa, dimenticando pensieri e preoccupazioni.


Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?

Chloy Vlamidis - Nella mia formazione, in particolare durante l’adolescenza, hanno influito la prosa e la poesia di autori come Herman Hesse, Kahlil Gibran e Paulo Coelho. Amo molto anche il libri di Sergio Bambaren, dove la natura e il mare sono presenze imprescindibili.


Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?

Chloy Vlamidis - La fotografia è spesso parte integrante della mia scrittura, sul sito www.coloratevasioni.wordpress.com, rielaboro alcune foto e pubblico video poesie dando una mia personale interpretazione di luoghi e paesaggi.
Molto importanti per me, sono anche la musicalità e l’immediatezza di un testo, per questo motivo prediligo un linguaggio semplice e diretto, fatto di rime e assonanze.


Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?

Chloy Vlamidis - Ho vari interessi, leggo un po’ di tutto, dai romanzi classici a quelli contemporanei, brevi racconti, saggistica, biografie ecc.


Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?

Chloy Vlamidis- Al 100% il libro tradizionale cartaceo, quello che puoi toccare, sfogliare, annusare, sottolineare e leggere prima di andare a dormire.


Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.

Chloy Vlamidis - Liberatorio e formativo, perché scrivere questo libro mi ha permesso di dare voce alla mie emozioni più intime e di superare alcune mie fragilità.


Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Naufraghi di pensieri”, se non lo avesse scritto.

Chloy Vlamidis- Sono poesie molto intimiste, nelle quali è facile rispecchiarsi. Trasmettono emozioni attraverso un linguaggio semplice e molto visivo, è un po’ come sfogliare istantanee di luoghi reali e immaginari. Alcune poesie sono accompagnate anche da fotografie che ne arricchiscono il senso.


Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?

Chloy Vlamidis- Ho già un po’ di materiale sia scritto che fotografico, perché come scrivo all’inizio del libro: “la poesia può nascere e maturare nella sofferenza o folgorare in un attimo di emozione improvvisa” e le mie fonti di ispirazione sono tante, ma è ancora presto per anticipare qualcosa.


Collana "Poeti in Transito"
pp.60 €12.00
ISBN 978-88-591-6641-2
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti