Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17098

-



XXI concorso di poesia inedita
"HABERE ARTEM"


Premi esclusivi:
-Trofeo, Targhe e Medaglie personalizzate.
- Una pubblicazione monografica gratuita.
- un weekend in Sicilia totalmente gratuito.

SCADENZA
Lunedì
9 Novembre 2020

 


TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


*******************************


VI Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo, Premio Nobel per la Letteratura.




Presidente di giuria
Alessandro Quasimodo


SCADENZA PROROGATA
Lunedì
21 dicembre 2020



 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Renato Costantini, che presenta ai lettori il libro “Sulle ali della vita”(Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

✅Intervista a Renato Costantini, che presenta ai lettori il libro “Sulle ali della vita”(Aletti Editore)

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Sulle ali della vita”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
Renato Costantini - “Sulle ali della vita”, un volo oltre l'ovvio, il conformismo e le false apparenze, per alzare lo sguardo dal tempo grigio in cui viviamo, oltre il confine del quotidiano, nell'universo che è fuori e dentro di noi.
Le ali di questo volo sono rappresentate dalla poesia che cerca da una parte di scavare nell'anima, nei profondi meandri delle pulsioni, alla ricerca di sé, dell'infinito che ci circonda e ci affascina e dall'altra dei problemi che ci legano alla quotidianità e agli affetti profondi delle persone a noi care. Quindi una poesia che vola sulla vita reale e interiore, sulle contraddizioni, sui limiti dell'umana esistenza, che vale la pena di essere vissuta se impregnata di impegno civile, ambientale, culturale e di solidarietà fra gli uomini, contro ogni forma di barbarie.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
Renato Costantini - Le lunghe esperienze di vita, la presa di coscienza delle diseguaglianze e dei drammi sociali, delle ingiustizie, delle devastazioni della natura e degli equilibri ambientali, delle condizioni disumane dei migranti, mi hanno spinto all'impegno attivo in difesa dei più deboli, dell'ambiente e dei diritti universali di tutti gli esseri viventi del pianeta. Queste realtà, la consapevolezza di vite vissute giorno dopo giorno e delle enormi difficoltà per cambiare un mondo dominato dall'arroganza dei più forti e dalla potenza del denaro, hanno inciso profondamente sul mio approccio all'espressione poetica e sui contenuti dei versi che scrivo e che emergono in modo chiaro in svariate poesie contenute nel libro.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall'oblio del tempo con questo suo libro?
Renato Costantini - La mia poesia ritengo rappresenti una testimonianza che si pone l'obiettivo di fondo di custodire la memoria delle vicende storiche, politiche e culturali del nostro tempo, sia quelle che definisco tragiche, perché non abbiano più a ripetersi, sia quelle che sono state alla base di conquiste di civiltà e di cultura per raggiungere nuovi traguardi di progresso.
In ogni caso sento con forza il valore testimoniale dello stupore e della gioia che provo perdendomi in un orizzonte luminoso, nell'ammirare l'universo e le bellezze della natura, nel vedere che persone di diverso colore si danno la mano come fratelli, ma anche nello sperimentare il senso del vuoto che ti attanaglia e ti fa sentire nulla nell'infinito e nello sterminato deserto dell'umanità. Ti salva soltanto la forza dell'utopia e la voglia di vincere il tempo che vola, attraverso la poesia che penso rappresenti un momento importante che può custodire dall'oblio le cose migliori e di trasmetterle alle generazioni future.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito "Sulle ali della vita", dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
Renato Costantini - La pubblicazione di un libro (questa è la mia seconda esperienza) è sempre un passaggio complicato ma pieno di soddisfazioni. Ha arricchito la mia capacità di sintesi nell'espressione poetica, l'efficacia delle immagini prodotte, l'utilizzo di un linguaggio sempre più evocativo delle emozioni profonde. Voglio ricordare un episodio particolarmente significativo che riguarda una mia poesia sul cambiamento climatico, pubblicata in questo libro. La sua lettura da parte di giovani in una manifestazione organizzata da friday for future in una piazza di Terni gremita di persone, con applauso finale e l'articolo relativo apparso sulla pagina locale de Il Messaggero. In questa esperienza ho potuto comprendere fino in fondo le potenzialità culturali e formative della poesia, ma anche l'importanza della sua capacità di penetrazione immediata nella coscienza delle persone. La poesia può contribuire a cambiare il mondo!

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
Renato Costantini - La mia fonte principale di ispirazione è l'esperienza di vita reale che genera sensazioni, riflessioni, motivazioni, voglia di esprimere poeticamente gioie, lacerazioni dell'anima, ricerca di senso. Ciò non diminuisce l'importanza nella mia formazione di autori fondamentali che hanno fatto la storia della letteratura e della poesia antica e moderna.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
Renato Costantini - Qualche volta mi diletto con pennelli e colori. Mi piace osservare mostre di pittura, anche di artisti locali, che a volte rappresentano per me anche fonte di ispirazione; ascoltare la musica classica e alcune canzoni moderne di livello, la cui trama poetica, legata in modo armonico ai suoni, influenza le mie spinte emotive, espressive e la crescita culturale.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
Renato Costantini - Oltre la poesia, non ho particolari predilezioni verso altri generi letterari. Attratto emotivamente dai segreti dell'universo, leggo molto relazioni, studi sul terreno dell'astronomia, dell'astrofisica, della planetologia e delle nuove scoperte relative alle leggi della fisica. Sono interessato alla lettura di ricerche e relazioni sui temi dell'ecologia, sulla crisi climatica del pianeta e sulle problematiche dei paesi in via di sviluppo, articoli e interventi sulle questioni politiche che interessano la vita dei popoli e la difesa dei più deboli.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
Renato Costantini - Prediligo assolutamente il libro cartaceo. È materia che si tocca, si osserva direttamente, si può odorare. Mette in moto non solo il pensiero, ma i sensi, cioè tutte le nostre facoltà e potenzialità.
Quello digitale non è un'alternativa, può convivere ma non sostituire il cartaceo.
Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
Renato Costantini - Un rapporto costruttivo, ricco di riflessioni e di domande che mi hanno portato ad assumere scelte decisive sulle caratteristiche e qualità delle poesie e sui criteri di composizione, per inserirle nel testo.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Sulle ali della vita” se non lo avesse scritto.
Renato Costantini - Libro scorrevole, poesie brevi ma per me intense, a volte crude o dolci, ma sempre oltre il conformismo. Stimola la riflessione sulle contraddizioni del mondo di oggi, sulla fragilità dell'esistenza e sulle nostre intime emozioni. “Sulle ali della vita”, rappresenta quindi un modesto ma utile contributo culturale per chi lo compra, perché può produrre nel lettore non soltanto maggiore attenzione sull'immensità e la bellezza che ci circonda, ma anche sulle distruzioni prodotte dai grandi poteri, su cui alzare lo sguardo. Quindi stimolo per una nuova utopia nell'impegno per la solidarietà, la giustizia e la difesa dell'unico pianeta che abbiamo, minuscola molecola dell'universo, per restituirlo ancora vivibile alle generazioni future.

Domanda - Ha in progetto nuove opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo può darcene una anticipazione?
Renato Costantini - Non ho mai smesso di scrivere e ho in mente il progetto di un nuovo libro nei prossimi mesi, compatibilmente con la gestione dell'attuale “Sulle ali della vita”.


“Sulle ali della vita”(Aletti Editore) di Renato Costantini
Collana "Poeti in Transito"
pp.72 €12.00
ISBN 978-88-591-6796-9
Il libro è disponibile anche in versione e-book
Con prefazione di Giuseppe Aletti

✅Acquista il libro!
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria.

Diventa nostro amico su facebook
http://www.facebook.com/alettieditore

Seguici su twitter
http://www.twitter.com/alettieditore

Canale Televisivo Youtube
http://www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti