Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17405

-




12° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


PAROLE IN FUGA

entro il 3 maggio 2021

Partecipazione Gratuita!


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un successo straordinario, tre ristampe nelle prime due settimane di uscita.

Se non hai Amazon scrivi ad:


amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto "ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista ad Alessandro Paschero, che presenta ai lettori il #libro “Cronache di un single in quarantena” ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Cronache di un single in quarantena”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
☑️ Alessandro Paschero - Nelle cronache della #quarantena ho tentato di affrontare temi complessi, come quelli della solitudine e delle conseguenze economiche e sociali della #pandemia in modo ironico e leggero, mescolando pensieri, ricordi, considerazioni e accadimenti, in una sorta di moderno zibaldone. L’idea di questo libro nasce fondamentalmente dal forte desiderio di raccontare un’esperienza indimenticabile, quale è stata per tutti gli italiani quella della clausura forzata a causa del #coronavirus. E di farlo dal punto di vista di un single romano che deve affrontare da solo le difficoltà della vita quotidiana. Una brutta situazione che speravamo tutti fosse ormai definitivamente archiviata e che, invece, è tornata di nuovo ad aleggiare minacciosamente sulle nostre teste.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
☑️ Alessandro Paschero - Direi che la brutale crudezza della realtà è stata a dir poco determinante nella gestazione di questo libro, ne è stata in qualche modo la struttura portante, l’architrave. Del resto, la mia narrativa si è sempre ispirata alla vita reale.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
☑️ Alessandro Paschero - Con questo libro, in effetti, è come se avessi voluto lasciare una sorta di testimonianza, di segno, proprio per non dimenticare un evento epocale che ha cambiato profondamente le nostre vite e il nostro modo di stare insieme. Questo 2020 rimarrà certamente negli annali e in qualche modo, magari inconsapevolmente, ho pensato che anch’io facessi parte di questa storia.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Cronache di un single in quarantena”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
☑️ Alessandro Paschero - Innanzitutto, devo dire che è stata veramente un’esperienza formativa sotto molti punti di vista. Un’esperienza che ti fa riflettere e ti cambia dentro. Ti costringe a trovare un equilibrio interiore. Tuttavia, se dovessi indicare degli episodi specifici, citerei senza dubbio le nuove forme di socialità che si sono manifestate in quei giorni tristi, dalle cantate liberatorie affacciati alle finestre, ai nuovi incontri sulle terrazze e sui balconi dei palazzi d’Italia.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
☑️ Alessandro Paschero - Nella mia vita ho letto moltissimo, spaziando tra vari generi ed epoche diverse, in modo piuttosto disordinato. Difficile stabilire con precisione le principali fonti di ispirazione. Sicuramente i grandi romanzi dell’ottocento europeo e i maestri del neorealismo italiano.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
☑️ Alessandro Paschero - Direi proprio di sì. Se devo essere sincero, sono un po' come una spugna, prendo ispirazione da ogni forma d’arte. Un quadro, una canzone, un film, un fumetto, un’opera teatrale. Tutto si mescola e contribuisce a generare il flusso narrativo.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
☑️ Alessandro Paschero - Adoro i romanzi d’avventura, la fantascienza, il fantasy e tutto il genere poliziesco, con una passione particolare per Agatha Christie. Poi mi interessa molto anche la saggistica sulle grandi tematiche del nostro tempo, dalla politica, all’economia, dalla sociologia alla comunicazione.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
☑️ Alessandro Paschero - Per il piacere e lo svago decisamente il tradizionale, polveroso libro di carta, anche per l’inconfondibile odore di inchiostro. Per il lavoro, invece, preferisco usare il formato digitale.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
☑️ Alessandro Paschero - Per scrivere un libro c’è bisogno di un’ispirazione, di un’emozione forte e di una storia degna di essere raccontata. Questa rarissima congiunzione astrale si è verificata di nuovo con il #lockdown e così sono nate le cronache. Certamente ci è voluta una forte disciplina interiore, ma devo dire che i vari capitoli si sedimentavano durante il giorno, magari sotto la doccia, poi come per magia prendevano forma e venivano scritti nel cuore della notte.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Cronache di un single in quarantena”, se non lo avesse scritto.
☑️ Alessandro Paschero - Credo che comprerei le “Cronache” per ricordare quei giorni della quarantena nazionale con uno spirito ironico e un po' goliardico. In qualche modo, lo considero come una medicina, una specie di antidepressivo per prendere con leggerezza le difficoltà della vita.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
☑️ Alessandro Paschero - Sto lavorando a tempo perso ad alcuni racconti sul tema del viaggio, ma per il momento non voglio rivelare troppo.

Collana "Gli Emersi - #Narrativa"
pp.48 €12.00
ISBN 978-88-591-6834-8
Il #libro è disponibile anche in versione #ebook

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti