Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17412

-




12° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


PAROLE IN FUGA

entro il 3 maggio 2021

Partecipazione Gratuita!


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un successo straordinario, tre ristampe nelle prime due settimane di uscita.

Se non hai Amazon scrivi ad:


amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto "ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Lidia Marsili, che presenta ai lettori il libro “Molecole di luce e tenebre” - Aletti Editore

di Rassegna Stampa

✅Intervista a Lidia Marsili, che presenta ai lettori il libro “Molecole di luce e tenebre” - Aletti Editore


Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Molecole di luce e tenebre”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
RISPOSTA - Perché la vita di ciascuno di noi si declina tra la felicità (la luce) e il dolore (le tenebre). L’argomento ricorrente dei racconti, il filo che li attraversa è quello della perdita, dell’enorme vuoto e dello smisurato silenzio che si generano, per effetto della morte o della violazione dell’innocenza. La notte in cui il cuore sembra precipitare non è, però, solo tenebra vinta dalla luce ma è lo spazio in cui le protagoniste dei racconti non cedono alle lusinghe della disperazione perché una candela accesa sul davanzale c’è sempre e, ciascuna a suo modo, cerca di dare un senso al dolore reagendo ad esso.


Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
RISPOSTA - Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni….affermava Van Gogh.
L’evento reale ha costituito in ciascuno dei racconti un mero spunto, un pretesto attorno a cui la storia è stata costruita. Poi, gli elementi della realtà e quelli del sogno si sono mescolati tra loro prendendomi la mano. Non ho tracciato io le storie. In un certo senso, loro hanno trascinato me. Non è il declinare degli eventi, reali od immaginari, che rilevano quanto le emozioni suscitate, universali, che i protagonisti vivono e che trasmettono al lettore.


Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
RISPOSTA - Sempre Van Gogh, nel 1882 in una lettera al fratello Theo, ebbe a scrivere che il suo obiettivo non era esprimere una malinconia sentimentale ma il dolore vero.
È ciò che mi sono prefissa anch’io nello scrivere questi racconti. Volevo salvaguardare una parte di me che non si è mai piegata dinnanzi al dolore e trasmettere a chi rimarrà dopo me, in particolare ai miei figli, il messaggio che il dolore fa parte della vita, che la sua non conoscenza esclude la conoscenza della felicità, che non possiamo evitarlo, stante la nostra natura di esseri mortali, ma possiamo imparare ad affrontarlo.


Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Molecole di luce e tenebre”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
RISPOSTA - Non credo che cambierei nulla di ciò che ho scritto, se non per qualche piccolo particolare. Le storie di questa raccolta appartengono ad un momento diverso a quello che sto attualmente vivendo. La vita è movimento. Le emozioni rimangono le stesse; è il modo di viverle e di descriverle che cambia perché varia la prospettiva da cui si guarda il mondo che ci circonda.


Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
RISPOSTA - Le mie prime fonti di ispirazione sono state le fiabe, i miti e le leggende, patrimonio di cultura popolare e formidabili metafore della vita.
Ho subito il fascino degli scrittori russi, in particolare di Dostoevskij e degli scrittori latino-americani, appartenenti al filone del cosiddetto realismo magico. Ho molto apprezzato scrittori francesi come V. Hugo, G. Flaubert, M. Yourcenar, R. Gary; la poetica eteronoma dello scrittore portoghese Pessoa e la tendenza all'instabilità ed alla multiformità di Pirandello; la capacità di coniugare realtà e fantasia di I. Calvino.
La fonte di ispirazione maggiore l’ho tratta dalla scrittrice danese Karen Blixen, dallo stile narrativo lirico, dolce, tranquillo, delicato e che ha la capacità di cogliere, come un pittore tutti i colori del quadro, esprimendo le sensazioni come un poeta.


Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
RISPOSTA - Su di me hanno esercitato e continuano ad esercitare un grande fascino i pittori impressionisti, con particolare riferimento a van Gogh; l’art nouveau di Klimt; i surrealisti come Dalì.


Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
RISPOSTA - La poesia sicuramente. La letteratura greca in generale; la filosofia; la psicologia e la psicoanalisi, con particolare riferimento a C. G. Jung, a M. Recalcati, a U. Galimberti; il genere Noir, quello che scava a fondo per cercare le origini del male


Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
RISPOSTA - Il cartaceo, senza dubbio. Non nego di avere la necessità di un contatto fisico con il libro, che sottolineo ed annoto, mentre leggo, facendolo così diventare mio nel vero senso della parola.


Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro?
RISPOSTA - Altalenante. Alcuni racconti, come il primo, li ho scritti di getto, senza preoccuparmi di altro. Mi guidava l’urgenza di scrivere. Altri, come l’ultimo che, peraltro, è il più lungo, è stato frutto di più rimaneggiamenti, a parte il primo capitolo. Il timore di scivolare nel banale e nello scontato più volte mi ha frenato.


Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Molecole di luce e tenebre”, se non lo avesse scritto.
RISPOSTA - Amo la luce radente dei momenti di transizione, dell’alba e del tramonto e non ho mai temuto la notte. Lo comprerei, così come mi è già capitato e mi capita con la maggior parte dei libri che acquisto, per le citazioni iniziali, che già evocano forti suggestioni e costituiscono la cartina di tornasole dei contenuti del libro.
“Quel che si può vedere in pieno sole è sempre meno interessante di ciò che sfila dietro un vetro. In quel buco nero e luminoso vive la vita e sogna, e soffre”.


Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
RISPOSTA - Ho in corso di pubblicazione un libro monografico di poesie, che continuo a scrivere sull’onda delle emozioni del momento. Da circa un anno ho iniziato a lavorare su una sorta di diario ove, prendendo a pretesto la mia relazione con la malattia di Parkinson (diagnosticata nel corso dell’anno 2012), cerco di riflettere sulle mie reazioni, sulle mie emozioni, sui grandi temi della vita partendo da una citazione di T. Roosevelt: “Coraggio non significa avere la forza di andare avanti ma andare avanti anche quando manca la forza”. Anche qui, la malattia ed il dolore restano sullo sfondo. Non è il dolore in sé ad interessare ma il modo di reagire ad esso.


Acquista il #libro “Molecole di luce e tenebre” di Lidia Marsili!
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria
Collana "Gli Emersi - #Narrativa"
pp.200 €12.00
ISBN 978-88-591-6956-7
Il libro è disponibile anche in eBook

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci Nuova Notizia

Nessuna notizia inserita

Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.