Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17806

-




XXII CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA

“HABERE ARTEM”

SCADENZA
29 OTTOBRE 2021


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista alla poetessa Mihaela Chirica, che presenta ai lettori il libro di poesie "Dove nascono le poesie" ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

✅Intervista alla poetessa Mihaela Chirica, che presenta ai lettori il libro di poesie "Dove nascono le poesie" (Aletti Editore)

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Dove nascono le poesie”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
☑M. Chirica - Perché "Dove nascono le poesie"? Me la sono posta come domanda, questa frase, alla quale mi sono voluta dare una risposta in una delle poesie che ho intitolato allo stesso modo. Con le mani ho tappato forte le orecchie e ho coperto gli occhi per poter al meglio udire e vedere, ho sentito la pioggia parlare, il silenzio gridare, ho visto danzare le foglie sui rami, nelle giornate piovose le farfalle nuotare sui prati, ho guardato dentro l'anima e ho ritrovato l'infanzia, da dentro il cuore ho scavato l'amore, ho imparato a morire e rinascere ed è allora che ho compreso dove nascono le poesie. "Le poesie nascono nei campi, quando germoglia il grano/ Quando mi guardi, quando ti guardo nudo, sullo stesso vecchio divano/ di casa tua". Le poesie nascono dalla terra, dalla vita e con la vita, dagli amori, dai ricordi, dalle delusioni, con l'emozioni ed io non ho fatto altro che raccoglierle una ad una, dare a loro voce, imprigionarle nell'inchiostro di una penna stilografica per renderle immortali. Ho scelto questo titolo perché rappresenta l'essenza dell'intera silloge dove la passione incontra la natura, "vieni, prendimi per mano/ e nei campi di grano facciamo l'amore,/ senza domande, senza certezze,/ che il sole sia geloso delle nostre carezze/, dove l'uomo e la terra si amalgamano e diventano un unico essere, dove l'indifferenza si mimetizza con l'aria cupa e si diffonde per le strade delle città vuote, dove l'amore vuole essere passionale, libero da ogni forma di pregiudizio,"senza di me e di te le nostre labbra unite da lunghi baci potessero parlare/ e le tue mani tra le mie gambe saprebbero raccontare/ ci sarebbe da scrivere una storia diversa".
La poesia è vita e la vita è poesia. Con parole semplici ho descritto varie emozioni che si incontrano nel lungo e imprevedibile cammino sul sentiero della vita, emozioni di felicità, amore, tristezza, rabbia...

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
☑M. Chirica - Molto. Riporto spesso nei versi frantumi d'infanzia, parlo dei luoghi di nascita che custodisco con gelosia dentro al cuore, mi faccio domande esistenziali, domande sul modo in cui oggi, viviamo, cosa sia giusto o sbagliato, l'indifferenza l'ho trovata nella realtà, i pregiudizi esistono ancora. C'è anche il miraggio, le chimere, emozioni che ti fanno trascinare dentro all'immaginazione e si sprofonda nella dolce lugubre follia in un viaggio dentro sé stessi, mai compreso, mai reale...

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
☑M. Chirica - Personalmente, forse i ricordi, i ricordi dell'infanzia, ricordi di amori, ricordi di emozioni vissute... "Il tempo prende gli anni e se ne va/e tu, rimani là/ dietro alla finestra/ a guardare la tempesta..." e non solo gli anni, il tempo porta via tutto, a volte anche i ricordi, sì, vorrei custodire i ricordi per poi ritrovarli, caso mai la mia mente dovesse cancellarli... Per un possibile futuro eterno lettore, dato che nella mia visione l'essere umano è in continua trasformazione dove le capacità emotive sembrano scomparire, vorrei preservare, dall'oblio del tempo, i sentimenti...

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Dove nascono le poesie”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
☑M. Chirica - Semplicemente "Dipinti d'amore"

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
☑M. Chirica - Sicuramente la vita lo è stata la mia principale fonte di ispirazione, la vita è magia, basta osservarla, vedere come cambia, come si trasforma e prende forme nuove, colori diversi, dalla vita si ricavano i momenti più interessanti da contemplare, da omaggiare, nella vita è sempre "tutto nuovo, e vecchio tutto". Come il grande poeta romeno Mihai Eminescu diceva in una delle sue poesie più belle, e sì, è lei, la vita, la mia musa. Da piccola adoravo leggere favole di autori sconosciuti, adoro il modo di scrivere di Victor Hugo, Pablo Neruda, Dante Alighieri. Sì, forse la mia cultura sentimentale è stata influenzata dal romanticismo di Mihai Eminescu, dalla ribellione di Victor Hugo, dalla follia di Dante Alighieri.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
☑ M. Chirica - Penso che un po' tutte le discipline artistiche abbiano influito nella mia scrittura, la musica, adoro "Rapsodia romana" di George Enesco, un grande compositore romeno, ascolto Johann Strauss e rimango senza parole davanti ai quadri, alle sculture di Michelangelo. I quadri sono poesie e le poesie non sono altro che dipinti d'amore.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
☑M. Chirica - La narrativa sicuramente, il genere epico che tratta i temi come quello dell'erotismo della guerra, il tema del culto dei morti, il tema del viaggio, adoro il linguaggio semplice, ricco di ripetizioni, di metafore e personificazioni.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
☑M. Chirica - Sono una inguaribile romantica, un albero con le radice saldate nel passato, con i rami lasciati in balia del vento. Vivo il presente con la nostalgia dell'antico e il sogno di un magico futuro, osservo incuriosita il presente, vedo "l'oggi" trasformarsi in "ieri" e so che può diventare "domani"... "ieri" vivrà nell'eternità, "domani" seguirà l'infinito. Sono affascinata dalle antiche biblioteche dove dormono, da anni, storie chiuse tra copertine di libri polverosi, immagino e mi incanto...Quante saranno state le mani che le hanno sfogliate? Quanti emozioni avranno dato a ogni singola persona in momenti diversi? Sarei onorata nel sapere che nell'eterno ieri, qualcuno incuriosito trovasse il mio libro di poesie...ma domani è l'infinito... e l'infinito sembra essere digitale!

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
☑M. Chirica - Un rapporto di amore, di complicità e confidenzialità. L'essere umano ha necessità di raccontarsi, di arrabbiarsi, di trovare complici con cui confidarsi, il poeta ha trovato i versi, lo scrittore ha trovato i romanzi, il pittore la tela, il musicista le note...

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Dove nascono le poesie”, se non lo avesse scritto.
☑M. Chirica - Per comprare un libro non credo che ci siano motivi ben precisi, qualcuno lo compra per fare un regalo, qualcun altro viene incuriosito dalla copertina, dal titolo. Ti spinge a comprare un libro il desiderio di conoscere, la trasformazione interiore dovuta alle esperienze di vita che ti portano a cercare risposte... Ci sono sempre motivi per comprare un libro.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
☑M. Chirica - Penso che chi scrive non si ferma mai e i progetti avvengono nel momento in cui, parlando delle poesie, la raccolta ha uno spessore, una quantità.

👉 Acquista il libro "Dove nascono le poesie" di Mihaela Chirica.
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria.
Editore: Aletti
Collana: Gli emersi - poesia
Anno edizione: 2021
Pagine: 56 p.
EAN: 9788859171584
Prezzo di copertina: Euro 12

👇 Clicca qui per acquistarlo su IBS:
https://www.ibs.it/dove-nascono-poesie-libro-mihaela-chirica/e/9788859171584

👇Il libro è disponibile anche in eBook
https://www.ibs.it/dove-nascono-poesie-ebook-mihaela-chirica/e/9788859171768

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci Nuova Notizia

Nessuna notizia inserita

Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.