Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17737

-




XXII CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA

“HABERE ARTEM”

SCADENZA
29 OTTOBRE 2021


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Marco Ricagno, che presenta ai lettori il libro “Nudità, inchiostro e peccato”(Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

Intervista a Marco Ricagno, che presenta ai lettori il libro “Nudità, inchiostro e peccato”(Aletti Editore)

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Nudità, inchiostro e peccato”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
Marco Ricagno - Sono molti i motivi per cui ho scelto proprio questo titolo, Sicuramente perché lo trovavo accattivante oltre che intrigante, ma soprattutto perché trovo che rappresenti a pieno l’opera, infatti ho diviso il libro in tre atti che sono appunto la Nudità, l’inchiostro e il peccato. L’ho fatto per poter dare all’opera anche una linea narrativa, oltre che poetica ovviamente, cercando così di differenziarmi dalle classiche raccolte poetiche. Ogni atto è caratterizzato da un tema, essi sono : l’amore, la filosofia e la follia. Ho scelto questi tre perché sono convinto che sono gli aspetti fondamentali che plasmano e caratterizzano la vita di tutti noi, ci accompagnano per tutta la vita e non possiamo fare a meno di loro, altrimenti le giornate sarebbero davvero spente, non trovate ?

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
Marco Ricagno - Anche se ho cercato di dare una linea narrativa questo libro rimane comunque una silloge poetica. A differenza di un racconto narrativo, indipendentemente dal genere, la poesia ha bisogno ardentemente della realtà, della sua vita, delle sue emozioni e di tutte quelle vicissitudini che non ti puoi inventare ma solamente vivere. La poesia è diretta e parla direttamente al cuore del lettore e lui per sentirti accanto ha bisogno di sentire attraverso quelle pagine che avete vissuto le stesse esperienze e che avete condiviso le stesse emozioni, altrimenti la poesia diventa come una torcia accesa in pieno giorno: abbagliante ma completamente inutile.
Quindi per rispondere alla domanda, la realtà è alla base di tutta la mia scrittura, perché, a parere mio, la poesia non può essere inventata, solo vissuta.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
Marco Ricagno - Me stesso, come ogni altro scrittore.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Nudità,inchiostro e peccato” se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
Marco Ricagno - È difficile isolare un episodio in particolare dato che buona parte del libro l’ho scritta durante la quarantena e in casa non succedeva mai niente, tutto il giorno, tutti i giorni. Un paio di episodi interessanti però ci sono stati, era già uscita da un paio di mesi la mia prima silloge “L’uomo di carta”, cercavo ispirazione per un nuovo libro, più la cercavo e più non la trovavo, poco dopo scoraggiato smisi anche di cercarla, fu allora che trovò lei me, mi si avvicinò questo mio amico e mi chiese:” che cosa farai dopo questo libro di poesie?”, abbozzai un ghigno ironico e gli risposi:” che domande, un altro libro di poesie!”, si mise a ridere e mi gridò contro:” Ma come!? Mi avevi promesso che finalmente mi avresti fatto leggere un romanzo!”, mi illuminai, lo guardai con occhi beffardi e un sorriso maligno, “Ti darò Tutti e due.” Fu lì che ebbi l’idea per questo libro e finalmente le parole cominciarono a scorrere. Un altro episodio che ricordo con particolare ilarità è quando ho detto a mia mamma che avrei pubblicato un altro libro, lei stava stendendo i panni e si girò di colpo, mi disse :“ Un altro?! Ma non ne hai già pubblicato uno?”, mi misi a ridere, le risposi: “E quindi pensi che io abbia già dato? Se tutto andrà bene ne pubblicherò ancora molti dopo questo”.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
Marco Ricagno - Nell’intervista che feci l’anno scorso per il mio primo libro mi ero dilungato molto su questa domanda e non voglio sembrare ripetitivo, visto che gli autori che ritengo fondamentali nella mia formazione letteraria e culturale sono ancora gli stessi che ho lungamente descritto l’altra volta. Posso dirvi però che quest’anno ho letto Dashner, Orwell e Calvino, in questo momento sto approfondendo Bukowski sia nella poesia che nella narrativa.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
Marco Ricagno - La musica. In particolare quella Rock con gruppi come i Red Hot Chili Peppers, gli Audioslave, i Pearl Jam, gli Alice in Chains e molti altri. Amo i loro testi e come diventano un tutt’uno con la parte strumentale, ma soprattutto amo la grinta, la tenacia e la crudità con cui esprimono i loro concetti.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
Marco Ricagno - Amo la poesia e la narrativa in generale, leggo di tutto ma principalmente romanzi Thriller e Umoristici.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
Marco Ricagno - Io personalmente preferisco le versioni cartacee a quelle digitali.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
Marco Ricagno - Di assoluta necessità.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Nudità,inchiostro e peccato” se non lo avesse scritto.
Marco Ricagno - Sicuramente perché amo la poesia introspettiva. Poi come avevo già detto in precedenza questo libro approfondisce sensazioni, idee e fatti che ci accompagnano per tutta la vita, lo comprerei soprattutto per poter avere una visione più ampia di ciò che mi circonda.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
Marco Ricagno - In questo momento ho in progetto di scrivere un libro di racconti, l’ho anche iniziato, ma per adesso sembra rimanere solo un progetto.

> Ordina il libro
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria
Collana "Gli Emersi - #Poesia"
pp.72 €12.00
ISBN 978-88-591-6961-1
Il #libro è disponibile anche in versione #ebook
Clicca qui per acquistarlo su IBS:
https://www.ibs.it/nudita-inchiostro-peccato-vita-di-libro-marco-ricagno/e/9788859169611?inventoryId=272918242

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti