Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18384

-



Premio Internazionale Dostoevskij®

Terza Edizione Straordinaria per le Celebrazioni dei 200 Anni dalla Nascita.


SCADENZA
29 SETTEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Sara Guida, che presenta ai lettori il libro di poesie "Chimere" ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

✔Intervista a Sara Guida, che presenta ai lettori il libro di #poesie "#Chimere" (Aletti Editore)

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Chimere”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
🧷Il titolo “Chimere” è nato da una vera e propria utopia. In modo particolare con l’avvento del covid 19 ho deciso di scrivere il mio primo libro di poesia e “Chimere” rappresenta al 100% la realizzazione di un mio grande sogno. Il veder pubblicato un libro, penso che sia il desiderio un po' di chiunque. Tra i giovani è indispensabile la diffusione della cultura intesa come sogno quasi assurdo che può trasformarsi in realtà solo con una grande forza di volontà. Gli argomenti ricorrenti che tratto nella mia silloge poetica “Chimere” spaziano dalla quotidianità, gli animali, il senso dell’esistenza e dell’esistere umano, ciò che può o solo apparentemente sembrare, la natura e la sua forza distruttrice, gli animali e le quattro stagioni. Un altro tema che affronto è quello relativo alla pazzia, il teatro della vita reale, il vivere costantemente tra un’esistenza scettica, surreale e irreale, e tra una, invece, perfetta e reale. Il tema che mi sta particolarmente a cuore e che affronto con molta positività è quello della mia città #Formia dove risiedono le mie radici, la mia cultura, il mio mondo unitamente a quelle che trattano il mio paese, l’Italia, tra ironia e tradizioni, una grande nazione che è sempre unita. Quindi, i temi sono tanti e spaziano da concetti astratti a quelli concreti, a me cari.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
🧷La realtà ha inciso molto nella scrittura del libro “Chimere“, questo perché sono del parere che, senza un pizzico di reale, una poesia risulta troppo distaccata, priva, insomma, di valore. Mettere le proprie esperienze e arricchirle con schemi e metriche poetiche, penso che sia la chiave del comporre una poesia che rimanga nella mente di chiunque. Io provengo da una formazione in cui i valori e gli ideali sono al centro delle tante certezze che ci popolano, la determinazione e la costanza nel raggiungimento degli obbiettivi creano quella continuità che rende unica e originale la poesia e quindi autentica. Frequentare uno sport di arti marziali, qual è il taekwondo, il cui concetto della perseveranza di un obbiettivo imposto, il sacrificio del proprio tempo e mettersi a disposizione per gli altri come un miglioramento non solo interiore ma soprattutto esteriore, sociale, ha reso che una chimera, una utopia possa trasformarsi in concetto reale.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
🧷La scrittura ha un importante valore testimoniale soprattutto per i giovani perché permette di raccogliere più persone possibili, abbattendo quelle barriere di stereotipi che, invece, allontanano l’individuo isolandolo. Mi piacerebbe creare una vera grande comunità dove chiunque può dare un proprio contributo per migliorare la poesia e renderla viva. Anche solo leggendo una parte di questo libro, o magari una poesia, si può migliorare l’io. Questo è un libro che ha diverse poesie ricche di messaggi, di riflessione. L’obbiettivo è quello di lasciare che l’essere umano possa riflettere sui propri errori e migliorarli, con il tempo.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Chimere”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
🧷Molti di questi episodi li descriverei profondi e riflessivi, perché hanno un messaggio ben preciso, nascosto tra i versi delle tante poesie composte. Vorrei che il lettore, nel momento in cui leggerà la poesia possa riflettere sui possibili esiti dell’essere umano, su ciò che ha causato odio ma anche gioia di vivere, la pazzia e la felicità a volte vanno di pari passo e, se affrontate con positività, anche le grandi amarezze della vita alla fine diventano piccole, misere, inutili e, le piccole gioie, immense. L’importanza delle piccole cose che rendono grande l’uomo.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
🧷Le mie fonti di ispirazioni sono la grande Alda Merini, che si concentra con le sue poesie sulla natura del proprio pensiero interrogandolo come fosse una vera e propria idea attendendo risposte, e Paulo Coelho, il suo libro "Manuale del guerriero della luce", grazie alle sue parole, è in grado di scavare l’animo umano e portarlo a una più alta filosofia di vita secondo quale lo straordinario lo si trova nell’ordinario delle persone comuni.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
🧷Molte sono le discipline che mi hanno sempre affascinato come la pittura e amo ricordare la visione di Rimbaud che precisò che le parole sono fatte anche per esser viste e il loro suono raffigurato, anche lo sport (il taekwondo) mi ha molto influenzato perché consente lo sviluppo di un’etica e di un comportamento d’esempio per il prossimo e per sé stessi che è insieme arte ed equilibro, aiuta a incanalare la forza rendendola pura energia. La vera fonte di ispirazione è la vita stessa che con i suoi insegnamenti lascia all’essere umano la decisione di migliorarsi o rimanere lo stesso di sempre. Questo me lo ricordano ogni giorno i miei nonni e i miei genitori che attraverso la loro esperienza mi hanno trasmesso i giusti spunti di riflessione.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
🧷Di libri ne leggo molti, da quelli di avventura a quelli di azione o mistero come le avventure di Sherlock Holmes, ma prediligo molto i libri filosofici e romanzi storici, soprattutto quelli che trattano tematiche della Roma imperiale, amo “collegarmi” con il passato perché ricostruisce gli usi, i costumi e l’atmosfera del periodo narrato trasmettendone lo spirito dell’epoca.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
🧷Sono due modi diversi per approcciarsi alla lettura quella sullo schermo usata sui dispositivi portatili come i kindle o app per telefoni e pc, è senza dubbio meno lineare e più comoda per le nuove generazioni abituate all’uso della nuova tecnologia. Personalmente, prediligo il libro tradizionale ossia quello cartaceo, perché l’odore delle pagine è unico, l’occhio si affatica di meno ed è piacevole sceglierlo in libreria, in prima persona, sentire le pagine al tatto, vedere il colore della copertina e la sua grandezza. Amo molto le biblioteche perché sono posti in cui perdersi considerate da me la cattedrale del sapere, momenti in cui perdersi e non più ritrovarsi nella realtà, un insieme di misteri e segreti da scoprire. Leggere i libri cartacei aiuta all’apprendimento e a iniziare conversazioni, si possono usare segnalibri come pezzi di ricordo. Inoltre, i libri cartacei possono esse autografati, e questa è una loro unicità.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
🧷Ho preteso molto da me perché so che una poesia deve essere bella ed elegante. Ho imparato che esistono molte figure retoriche e metriche diverse e le ho approfondite. È stato il mio un rapporto un poco teso per il semplice fatto che a volte si ha più ispirazione, i periodi sono più tranquilli e vi è meno stress ed è più facile esternare i propri sentimenti così come si presentano. La difficoltà maggiore sta nel trascriverli perché a volte le parole non sempre raccontano il giusto nel modo in cui le si intendono. In altri casi è più facile scrivere perché la mente è più libera dai pensieri che avvolgono la quotidianità.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Chimere”, se non lo avesse scritto.
🧷Per la sua originalità e perché contenente molti spunti di riflessione, i temi difficili da trattare sono scorrevoli e leggibili perché la scrittura adottata è semplice e pura, adatta a chiunque.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
🧷Sicuramente perché amo molto scrivere, esternare i miei sentimenti e ritengo che la poesia sia attività liberatoria dell’animo umano in cui tutti possono esternare le proprie emozioni, i propri sentimenti e pensieri rendendoli universali. Evadere dalla realtà e cercare una calma interiore che spesso manca attraverso i versi. In futuro ci sarà, di sicuro, l’elaborazione di un’altra silloge poetica. Questo è solo quello che posso anticipare. Spero col tempo di ampliare il mio progetto formativo scrivendo non solo di poesia ma anche di pedagogia o del mio sport preferito: il #taekwondo poiché poco conosciuto. Ad esempio, scrivendo un libro romanzato in cui vengono affrontate le varie emozioni che suscita in ogni atleta prima e dopo le gare dal punto di vista di un allenatore.

👉 Ordina il libro!
Collana "Gli Emersi - #Poesia"
pp.76 €12.00
ISBN 978-88-591-7405-9
Il libro è disponibile anche in versione e-book
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria
Clicca qui per acquistarlo su IBS 👇
https://www.ibs.it/chimere-libro-sara-guida/e/9788859174059

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.