Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18396

-



Premio Internazionale Dostoevskij®

Terza Edizione Straordinaria per le Celebrazioni dei 200 Anni dalla Nascita.


SCADENZA PROROGATA DEFINITIVAMENTE

21 NOVEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Pietro Magnani, che presenta ai lettori il libro "Sottopelle" ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

✔Intervista a Pietro Magnani, che presenta ai lettori il libro "Sottopelle" (Aletti Editore)

Partiamo proprio dal titolo, come mai “Sottopelle”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
RISPOSTA: Il titolo “Sottopelle” nasce proprio dall’argomento ricorrente e cardine di tutta l’opera, l’#Amore. Per me è infatti qualcosa che si insidia sottopelle e scalda e scava, come un tarlo, fino a farsi strada in cuore e mente. L’Amore è ormai ai giorni nostri qualcosa di inflazionato, quasi dimenticato. Eppure rimane una delle forze principali di questo mondo: anche se non ce ne rendiamo conto; è l’Amore per gli amici, la famiglia, un’amante, il proprio lavoro o i propri sogni che ha mantenuta accesa la fiammella della vita in tutti noi nei momenti peggiori, specie negli ultimi due anni di pandemia.

Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
RISPOSTA: Moltissimo. Io scrivo e canto di ciò che vedo e sento. Parlo della mia vita, delle mie esperienze, delle mie gioie e dei miei dolori. Ho cercato di dare una forma concreta all’intangibile, alle stagioni che vive l’Amore. Da quello acerbo e appena sbocciato, a quello più rigoglioso, fino a quello ormai spento e appassito.

La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
RISPOSTA: Principalmente tutti i segni, positivi e negativi che l’Amore ha lasciato su me e sulle persone che mi sono vicino. Voglio che sia in parte una piccola “capsula del tempo”, che a ogni lettura rievochi qualcosa nel lettore ad ogni poesia. Tutti ci rivediamo in determinati episodi e turbamenti. E penso sia bello e toccante capire che qualcuno, in questo caso lo scrittore di ciò che stiamo leggendo, ha provato quello che proviamo noi nello stesso momento. Crea vicinanza, comunione.

A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Sottopelle”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
RISPOSTA: Entusiasmanti. Credo che se andassi dal me stesso di 5 anni fa e gli dicessi che nel frattempo sarebbe diventato giornalista e scrittore, mi riderebbe in faccia. Il mio percorso di crescita ha subito un’impennata nel 2021 che, almeno per me, è stato un anno molto fruttuoso. Sono un pessimista cosmico per natura, devo essere sincero, ma è innegabile che aver l’opportunità, grazie alla Aletti Editore, di mettere nero su bianco le mie opere e di offrirle al grande pubblico, è una sensazione magnifica. Come una febbre che non se ne va. Tutte le tappe di avvicinamento a questo traguardo, piccolo magari per qualcun altro ma enorme per me, resteranno scolpite indelebilmente nei miei ricordi.

Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
RISPOSTA: Rispondo con due nomi che magari a molti potranno sembrare atipici: Pirandello e Fabrizio de André. Quando da ragazzo lessi per la prima volta Uno, Nessuno e Centomila, mi colpì come un maglio. Fu una autentica illuminazione, che mi fece innamorare non solo dell’autore, ma anche dell’introspezione. Per quanto riguarda de André credo sia uno dei migliori poeti del secolo. Il fatto che cantasse i suoi componimenti, non toglie nulla alle sue opere, anzi. La sua arte, la sua firma, era inconfondibile ed ha avuto una fortissima influenza su di me. Non tanto probabilmente sul modo di scrivere, ma sul modo di pensare e di appassionarsi al racconto di una storia. Rimane per me uno dei più grandi artisti della storia, ricchissima, del panorama italiano.

Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
RISPOSTA: Non saprei, non consciamente perlomeno. Ognuno di noi per me è come una spugna, che apprende e immagazzina da tutto quello che lo circonda. Ogni parola che leggiamo, ogni film che guardiamo, ogni canzone che ascoltiamo ci lascia qualcosa. Magari senza che nemmeno ce ne rendiamo conto. Sono una persona che scrive di getto, che sfrutta improvvisi lampi di ispirazione per buttare giù, quasi furiosamente, quello che partorisce da una parola, un’immagine o una sensazione la propria mente. Non saprei quindi identificare a botta sicura un artista che potrebbe aver intaccato il mio stile. Probabilmente sono molti ad avermi influenzato: sono un mosaico di tante piccole emozioni.

Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
RISPOSTA: Sono un grande fan di Stephen King, che non è solo, come credono in molti, uno scrittore horror, ma uno straordinario romanziere. Sono molto affezionato anche al genere fantasy, specie all’universo tolkeniano.

Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
RISPOSTA: Assolutamente il cartaceo. Credo che la sensazione che dà toccare con mano un libro, annusarlo, sentire le pagine sotto le dita, sia impareggiabile. Quelli digitali sono molto comodi, non lo nego, ma rimarrò sempre tra i sostenitori di quelli fisici.

Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
RISPOSTA: Piuttosto “tranquillo” diciamo. Ho sempre vissuto alternando periodi estremamente creativi, in cui producevo a profusione e senza sosta, ad altri di “bonaccia” in cui azzeravo quasi la produzione. In questo momento sono in una delle mie fasi tranquille, anche per i tanti impegni, ma conto di riprendere presto ai vecchi ritmi.

Un motivo per cui lei comprerebbe “Sottopelle” se non lo avesse scritto.
RISPOSTA Per ciò che vuole rappresentare. Che ci si riesca o meno, cercare di trasmettere l’importanza nelle nostre vite dell’Amore è un intento nobile. Siamo già bersagliati da ogni parte di segnali sulla scomparsa dei sentimenti più profondi. Vedere che in fin dei conti non è così, che esiste ancora chi ama ed è amato, a prescindere dal contesto, è una bella speranza.

Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
RISPOSTA Sicuramente mi piacerebbe molto continuare, anche se, forse, prima di produrre nuovo materiale potrei cercare di portare a termine quello che mi frulla per la testa da anni. Ho iniziato la stesura di quattro diversi romanzi, ma finora non ho mai ultimato una bozza completa, anche se uno è molto delineato e a buon punto. Inoltre in questa raccolta figurano 50 poesie, ma negli ultimi 4 anni ne ho composte oltre 450. Quindi ho un bel po’ di materiale a cui potrei attingere anche per il futuro!

> Ordina il libro
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria
Collana "I Diamanti - Poesia"
pp.84 €12.00
ISBN 978-88-591-7559-9
Il libro è disponibile anche in versione e-book
Clicca qui per acquistarlo su IBS:
https://www.ibs.it/sottopelle-libro-magnani-pietro/e/9788859175599

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci Nuova Notizia

Nessuna notizia inserita

Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.