Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18314

-



Premio Internazionale Dostoevskij®

Terza Edizione Straordinaria per le Celebrazioni dei 200 Anni dalla Nascita.


SCADENZA
29 SETTEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Le parole come morfina nei “Decadrammi” del giovane Elvio Carrieri

di Rassegna Stampa

✔Le parole come morfina nei “Decadrammi” del giovane Elvio Carrieri

È con il giovanissimo Elvio Carrieri, nato a Bari nel 2004, studente al quarto anno di Liceo scientifico, e la sua opera “Decadrammi”, che i “Diamanti della Poesia” di Aletti si arricchiscono di forti emozioni, di amore, di gioia, di morte, di sofferenza e di carezze che leniscono i dolori. «Il titolo - spiega l’autore - deriva da una moneta antica. Capita, spesso, di rifarsi al passato quando non si è orgogliosi del proprio presente e, per quanto questo meccanismo umano sia ciclico, irripetibile e a tratti scontato, il mio orecchio cadde sul suono del dekádrachmos proprio per il suo carattere di eccezionalità originaria. Nasceva quasi dal nulla - aggiunge - e moriva nel nulla alla stregua di una poesia, di un qualsiasi verso. Così come il titolo della monografia, anche i temi si riflettono nell’antico. Non ci si può far nulla, è un’attrazione vertiginosa».
La Prefazione è affidata ad Hafez Haidar, scrittore libanese naturalizzato italiano, candidato a Premio Nobel per la Pace nel 2017, che parla così dell’autore: «Con uno stile personale, maturo e coinvolgente, traboccante di fertile immaginazione, melodia e profondi sentimenti, Elvio svela al lettore ciò che vive nella profondità del suo cuore, ciò che gli procura sofferenza e gli consente di rinascere più forte e consapevole di prima, senza nascondere il suo attaccamento vitale a madre natura, ma anche alle sue radici, alla sua famiglia». La sofferenza è il tema che prevale nei versi di Carrieri. «Questa, però - racconta il giovanissimo autore - non basta a creare opere d’arte. Credo che il modello ideale del poeta sia una figura che cerca di esorcizzare il dolore scrivendo versi. Diviene, comunque, evidente che il primo motore di ogni giovane poeta, me compreso, nella stragrande maggioranza dei casi, è stata un’esperienza dolorosa, ma bisogna stare attenti a non cadere nella trappola che verifica l’equazione sofferenza uguale bellezza. Quando Tasso scrive “un non so che di flebile e soave” al lettore giunge lo strazio della situazione, ma le parole suonano come una dose di morfina. È questo l’obiettivo che ogni poeta dovrebbe riuscire a porsi».
È un rapporto quasi metafisico quello che il poeta vive con la scrittura. Un rapporto che nasce, spesso, in situazioni di disagio, quando sente la necessità di comunicare in un modo alternativo, non si sa bene a chi. «La poesia - racconta Elvio - mi venne incontro in maniera violenta, io la accolsi inerme quasi senza alternative. Leggere e scrivere versi è, a tratti, un lavoro stimolante da mandare avanti col subconscio. Una continua ricerca che si realizza nelle letture, qualcosa che sicuramente non coincide coi dettami di poesia colta e ragionata. Si tratta di un attimo violento al quale si sopperisce in silenzio o non se ne viene più fuori». C’è una buona dose di quotidiano nei suoi versi. C’è il razionale, l’irrazionale, l’inconscio. Ci sono «quelle due o tre cose che muovono il mondo». «Da Omero a Magrelli - conclude l’autore - i temi della poesia sono universali. Insomma, se non cantassero amore, morte, guerra, sesso, dolore e felicità, a che servirebbero mai i poeti?».

Federica Grisolia

> Ordina il libro
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria
Collana "I Diamanti - Poesia"
pp.128 €12.00
ISBN 978-88-591-7302-1
Il libro è disponibile anche in versione e-book
Clicca qui per acquistarlo su IBS 👇
https://www.ibs.it/decadrammi-libro-elvio-carrieri/e/9788859173021

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti