Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18259

-



Premio Internazionale Dostoevskij®

Terza Edizione Straordinaria per le Celebrazioni dei 200 Anni dalla Nascita.


SCADENZA
29 SETTEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Paola Commissati Bellotti che presenta ai lettori il #libro “Spezzando il pane della notte” ( AlettiEditore )

di Rassegna Stampa

👉 Intervista a Paola Commissati Bellotti che presenta ai lettori il #libro “Spezzando il pane della notte” (#AlettiEditore)

“Spezzando il pane della notte” è una sorta di comunione con gli spiriti della notte. È una sorta di comunione con il lettore, e lo rendo partecipe del mio pane. Delle mie pene. E lo faccio attraverso gli spiriti della notte, che aleggiano nella mia anima. Ed escono solo al buio. Temendo quasi la luce, di venire alla luce."
- Paola Commissati Bellotti

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Spezzando il pane della notte”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
Risposta - “Spezzando il pane della notte” è un libro di Apertura. Apertura significa cominciare a dire. A dire ciò che per lungo tempo è stato represso.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
Risposta - È tutto solamente Realtà. Certo una Realtà non completamente martoriata dal Vero, ma addolcita dalla forza delle metafore in forma poetica. Che rispetto alla Realtà è allitterata.

Domanda - La #scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
Risposta - Io mi sento un #poeta. Ho voluto sperimentare come si fa a trascendere la Realtà. A sublimare i sentimenti. E dunque essere poeta. Dire tanto in poche righe.

Domanda - A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Spezzando il pane della notte”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
Risposta - I riferimenti al mio vissuto sono in funzione del TUTTO CAMBIA. E sono giunta ad una Solitudine mordente, nella quale è possibile analizzare il Presente attraverso il Passato.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
Risposta - A parte che adoro poeti come Rilke e Lorca e Merini (non trascurando i dettami di Leopardi), Baudelaire è stato una grande Fonte di formazione, con le sue rime del tutto dissacranti, perché mi ha dato coraggio di dire (anche in seguito a questo libro "Spezzando il pane della notte", anzi più spudoratamente) di me e l’altro. Di me e del mio essere. Della mia maschera e del mio volto. Una spinta a cercare causa-effetto degli avvenimenti accadimenti. Dove non si sa bene se sia il Destino padrone. L’Io. Il Caso. O la mia disarmonia.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
Risposta - Un’altra mia passione è la pittura. Ho studiato Leonardo Da Vinci a fondo. Pontormo. E molti altri. Benché dipingessi come un pittore romantico dell’aria aperta, dapprima. Impressionista. E poi, seguendo linee gotiche del Guttuso, incontrato a Roma, saltai all’informe. Con le larghe e decise pennellate cascate di colore che viene dai visceri.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
Risposta - Sono venuta al mondo poetessa. Scoprendo la poesia a 10 anni. Ma a scrivere temi mi piaceva sempre. E sono approdata verso la fine del ‘900 alla Narrativa. Altra esperienza esaltante. Ho scritto 13 Romanzi; due libri di saggio; due libri per bambini; una commedia in vernacolo veneziano ed una in lingua. Il primo Libro: IL PRINCIPE DELLA CONTEA, ha vinto il 2^ Premio, e ci rimasi male. A THÉRESANT HILL, il mio libro misto Romanzo e Astrofisica, Calcoli e Disegni è arrivato nella rosa dei 5 al #PremioStrega. I giornalisti criticarono molto la mia esclusione. Per la Poesia ho scritto 30 libri, e non si contano più le Collettive di Libri. E poi le Antologie e le Enciclopedie. Mi sono care le Aletti e le Luzi.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
Risposta - Libro cartaceo! La tradizione. La carta. Le chiose. Le orecchie. E i bei segnalibri!!!

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
Risposta - “SPEZZANDO ILPANE DELLA NOTTE “ è nato da solo. In due notti. E mi ha mostrato la via da seguire in seguito.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Spezzando il pane della notte”, se non lo avesse scritto.
Risposta - Qui è molto difficile per me dirlo. Dire il motivo per cui si dovrebbe acquistare il mio libro. Non è pieno di turbinii. Non è pieno d’amorosi sensi. Sembra che io abbia dimenticato la Cultura. Sembro uno che scava il solco per la sua propria carota. Insomma, Io sono, e me lo dico, un Sognatore un Poeta un Pittore, ma non un bravo commerciante. Ora la pubblicità è l’anima del commercio. Decantare l’opera mia non lo so fare. Due occhi terzi lo potrebbero forse fare, e dire che è una anestesia di sentimenti che vengono operati: sezionati ed ispezionati. Per buttarli in pasto alle nuvole.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
Risposta - Ho appena terminato due altre opere, di cui non so dire se siano belle. Perché infieriscono sul Male. Trattano grevità. Descrivono a momenti quasi in prosa poetica. La mia vita non fu facile. Anzi. Fu travagliata. Così ho sul tavolo: “IL MIO ELEFANTE”, “MANDORLO IN FIORE”, e “ANIMA A NUDO”- una nutrita opera di 60 poesie.

Sono molto fiera ed orgogliosa che il Maestro Hafez Haidar, Candidato al Premio Nobel, abbia considerato questo mio Libro per la traduzione in Arabo. Questo lo considero un vero onore. Dirò che queste sono le vere soddisfazioni per un piccolo Poeta. Essere letto da un Grande Poeta. Molto più Grande!!!... Sapere che le sue mani il suo sguardo si sono soffermati sulle mie righe. Lo abbraccio e Lo ringrazio dal cuore, come ringrazio il Maestro Aletti, attento osservatore. E fucina di iniziative.

👉 Acquista il libro "Spezzando il pane della notte” di Paola Commissati Bellotti
Collana "Altre Frontiere"
Lingua: ITA – ARA (italiano e arabo)
pp 100 €12,00
ISBN 978-88-591-7783-8
disponibile anche in versione e-book
Clicca qui per acquistarlo su IBS:
https://www.ibs.it/spezzando-pane-della-notte-libro-paola-commissati-bellotti/e/9788859177838?inventoryId=414087650&queryId=faf550a13e24f203913c22b2a2731ab5

#linguaitaliana #linguaaraba #booklover #books
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti