Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18573

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a SERAFINA IMPOCO, che presenta ai lettori il libro di poesie “Frammenti di cielo” ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

👉 Intervista a SERAFINA IMPOCO, che presenta ai lettori il libro di poesie “Frammenti di cielo” (Aletti Editore)

Domanda - Partiamo proprio dal titolo, come mai “Frammenti di cielo”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
Serafina Impoco - Dunque… “Frammenti di cielo”... Non ho mai avuto dubbi sul fatto che il mio primo #libro avrebbe avuto come tema il #cielo che per me da sempre rappresenta quanto di più misterioso ed affascinante si possa ammirare da questo nostro pianeta. Il cielo… quel punto dove risiede il mistero della mia #fede. Il posto verso cui volgere lo sguardo per trovare quel punto di contatto con i nostri cari ormai lontani… Lo spettacolo gratuito di luna, stelle, costellazioni, ecc… Io lo definisco quasi il mio cinema all’aperto, uno dei doni di indicibile valore che insieme al mare sono la “cura” per anima e cuore.
Per quanto riguarda gli argomenti ricorrenti in questo mio volume possiamo riassumerli in 6 punti fondamentali: l’#amore, il #dolore, la fede, la #disillusione, la #rinascita, i #sogni.

L’amore…quello universale, per la vita, per le persone che gravitano intorno alla nostra orbita, per la natura e tutto ciò che fa da cornice a questa meravigliosa quanto folle vita. Il dolore che annienta, demolisce, distrugge ma che allo stesso tempo produce metamorfosi forgiandoci in esseri mutevoli e più forti, nel bene e nel male. La fede… quel punto d’incontro con il soprannaturale che tutti dovrebbero sperimentare per poter cogliere tutti gli aspetti della vita… anche i più dolorosi. Quell’amore puro ed incontaminato che puoi sperimentare solo quando percepisci la presenza di Dio.
La disillusione di una vita che non è mai come la immagini, anzi spesso ti toglie certezze, affetti ed ideali, spostando il fulcro delle tue certezze e costringendoti a ricostruirti quindi per l’appunto rinascere, che è un altro degli argomenti del mio volume. E poi ci sono i sogni… e su questo potrei scrivere e parlare all’infinito…
I sogni… che definirei come un volano che spesso ci permette di spiccare il volo verso mete irrealizzabili, di alienarci da realtà poco piacevoli… Ma che a volte inaspettatamente… come nel mio caso, prendono vita e si librano in volo per arrivare dove mai avresti osato immaginare.

Domanda - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
Serafina Impoco - Devo dire molto… la mia #scrittura scaturisce dall’osservare ciò che ci circonda… dal percepire ciò che a molti sfugge, la capacità d’intuire, captare stati d’animo, di cogliere sfumature per poi immagazzinare il tutto in una sorta di contenitore sedimentativo che poi al momento giusto si trasforma in parole.

Domanda - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
Serafina Impoco - Beh… salvare e custodire dall’oblio del tempo è quanto di più difficile si possa immaginare perché nella società odierna tutto ha perso valore. La velocità ha sostituito la bellezza della semplicità della contemplazione, dell’ascolto… Io che non amo conformarmi al mondo vorrei salvare dall’oblio del tempo sentimenti, persone, ricordi… Valori ormai in disuso come la lealtà e l’umiltà, la gentilezza, l’umanità che inizia a scarseggiare gravemente.

Domanda -A conclusione di questa esperienza formativa che ha partorito “Frammenti di cielo”, se dovesse isolare degli episodi che ricorda con particolare favore come li descriverebbe?
Serafina Impoco - Un’esperienza inaspettata e difficile da descrivere… È stato come aprire casualmente un cassetto in cui vivevano sogni ormai dormienti ed improvvisamente vedere che alcuni di essi iniziavano a prendere quota, a planare per poi spiccare il volo. Considerando che ho ricevuto dalla Aletti questo inaspettato contratto mentre ero in quarantena con il covid… È stata una grande gioia in un periodo in cui la mia testa ed il mio corpo non erano al top, un imput che mi ha ridato vigore in un periodo particolare.

Domanda - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
Serafina Impoco - Le mie fonti d’ispirazione… Partendo dal presupposto che mia madre ha influenzato molto il mio attaccamento alla poesia con la sua immancabile "Cavalla Storna" o con "Oh Valentino" di Pascoli, quindi un inizio che in età scolastica si è accentuato grazie alla mia maestra che curava molto la #poesia e la prosa, infatti ancora oggi custodisco gelosamente il mio quaderno di #poesie. Pascoli, Foscolo, Montale, Leopardi, D’Annunzio, Baudelaire, Byron, Rilke, Blake, Rimbaud, Coelho, Neruda, Tagore… amo la poesia sotto ogni sua forma e inclinazione. Trovo qualcosa di magico nelle parole, il potere di trasformare la realtà in qualcosa di eterno e immortale.

Domanda - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
Serafina Impoco - Amo l’arte in tutte le sue forme, pittura, scultura, musica, scrittura, poesia. Fra i miei pittori preferiti Klimt, Munch, Van Gogh. Come scultori amo molto l’arte sia moderna che classica. Pur amando molto l’arte non posso dire che abbia influenzato la mia scrittura.

Domanda - Oltre a quello trattato nel suo #libro, quali altri generi letterari predilige?
Serafina Impoco - Amo un po’ tutto il genere letterario N. Sparks, D. Maraini, A. Baricco, Sveva Casati Modignani, S. Bambaren, Dostoevskij, ma i due libri che porto da sempre nel mio cuore e che forse sono stati quelli che mi hanno appassionata alla lettura fin da bambina sono stati "Cuore" di E. De Amicis e "Piccole Donne" di L. May Alcott.

Domanda - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
Serafina Impoco - Preferisco senz’altro il cartaceo, io non amo molto la tecnologia, infatti scrivo tradizionalmente ogni mia poesia, trovo molto più stimolante, umano, romantico un bel foglio bianco da riempire magari con geroglifici indecifrabili che alla fredda ed impersonale scrittura meccanica di un pc. Sbircio anche il digitale che trovo molto pratico, l’ebook, ma amo molto di più vedere i libri con le loro variopinte copertine troneggiare sugli scaffali di casa mia.

Domanda - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
Serafina Impoco - Ho avuto un rapporto conflittuale con la scrittura. Avendo sempre scritto per mio esclusivo diletto e non avendo mai pensato di intraprendere questo percorso per altri scopi, sono stata assalita da mille dubbi ed ho faticato non poco a trovare il coraggio di andare avanti.

Domanda - Un motivo per cui lei comprerebbe “Frammenti di cielo”, se non lo avesse scritto.
Serafina Impoco - Se non avessi scritto io “Frammenti di cielo”, lo comprerei attratta sia dal titolo, che ti indirizza già al genere di argomenti che potrebbe trattare, sia per la copertina, che tra l’altro è un mio scatto di quest’estate che imprigiona un meraviglioso tramonto che mi trasmette calore e pace.

Domanda - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
Serafina Impoco - Sì, a prescindere dal gradimento del libro, continuerò a scrivere come ho sempre fatto, per me stessa, sia poesie che altro. Magari troverò tempo e modo di completare un paio di bozze di libri che ho iniziato a scrivere di getto e che ancora aspettano di trovare tempo e correnti favorevoli.

👉 Ordina il libro "Frammenti di cielo"
Autore: Serafina Impoco
Editore: Aletti
Collana: I diamanti
Anno edizione: 2022
In commercio dal: 21 dicembre 2022
Pagine: 68 p., Brossura
EAN: 9788859182153
Prezzo di copertina: Euro 12
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria.
Clicca qui per acquistarlo su IBS:
https://www.ibs.it/frammenti-di-cielo-libro-serafina-impoco/e/9788859182153

#libridaleggere #libribellissimi #poetare #poetry #serafinaimpoco #frammentidicielo #alettieditore


Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti