Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 19417

-



VII PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE AL FEMMINILE

MARIA CUMANI QUASIMODO

SCADENZA
28 APRILE 2023

 

 



 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Comunicato stampa sul libro di poesie “Rigurgiti” della giovane Irene Rainini. A cura di Federica Grisolia.

di Rassegna Stampa

👉 Comunicato stampa sul libro di poesie “Rigurgiti” della giovane Irene Rainini. A cura di Federica Grisolia.

Sono pregni di dolore i versi della giovane #IreneRainini, raccolti nell’opera “#Rigurgiti”, pubblicata nella collana “I Diamanti della Poesia” dell’Aletti editore. Dolore per un amore perduto, per un familiare malato. Dolore di vario tipo che porta a lottare contro i propri demoni. Come fa l’autrice nella personale battaglia contro il disturbo di personalità #borderline che le è stato diagnosticato. E allora questa sofferenza lascia spazio, in altre liriche, alla speranza. Ad una forza interiore che incoraggia sé stessa, ma anche il #lettore.

«Il titolo “Rigurgiti” - racconta Irene, classe 1990, che vive con la sua famiglia a #Bottanuco, un piccolo paese in provincia di Bergamo - nasce come introduzione al libro stesso. I rigurgiti sono quelli che fanno i miei gatti quando devono sputare il pelo, quindi le mie #poesie sono i miei rigurgiti, quello che non ho mai detto o avuto il coraggio di dire ma che mi portavo dentro come un peso, una “palla di pelo”, che alla fine sono i miei mostri e i miei demoni. La scrittura è realtà, sono le mie cicatrici, i miei lividi, ma anche le mie speranze per un futuro migliore».

Il #libro è un inno alla vita, con tutte le difficoltà più dure, che non fanno scorgere neppure uno spiraglio di luce, che fanno sprofondare nel baratro più profondo. Ma che, poi, fanno risalire. Perché dalla sofferenza può nascere tanta bellezza. Quando i sentimenti vengono impressi nero su bianco, vengono tirati fuori, vengono rigurgitati, appunto.

«I versi sono intensi - scrive, nella Prefazione, l’attore, regista e poeta #AlessandroQuasimodo, figlio del celebre Premio Nobel per la Letteratura, Salvatore Quasimodo - scanditi con un ritmo che valorizza pause, punteggiatura, parole tronche: me, te, vocaboli incisivi: scompormi, perdermi, puzzle, l’intero di me. Certo, il dolore si ripresenta e si chiama schizofrenia, promazina, malattia e farmaco emblemi della difficoltà di comunicare con gli altri, di accettare una realtà che non è mai idilliaca perché il destino del genere umano è quello di vivere per morire. La Rainini, per allontanare le ombre, gli incubi e le angosce, scopre l’importanza delle piccole cose assaporando inaspettate gioie».

Il lettore diventa protagonista di un processo evolutivo della propria anima, diventando un tutt’uno con le emozioni dell’autrice. E’ come se quello stato d’animo lo vivesse anche lui, in maniera empatica. «La guarigione - afferma l’autrice - è un processo lento e incostante, ma possibile. Come disse una cara persona al mio sesto ricovero: niente è impossibile se ci si mette cuore, mente e corpo». Ed ecco che la #scrittura diventa, così, terapeutica. «Mi ricordo le nottate a trascrivere tutte le mie poesie da carta a Word con l’entusiasmo di sapere che sarebbero state pubblicate e la vita mi sembrava un po’ meno cattiva. Il libro è stato scritto tra i 17 e i 22 anni. I 17 erano gli anni del liceo e il mondo mi sembrava un po’ meno brutto di quello che è realmente. Ora che la malattia è peggiorata scrivo poesie molto più cupe e molto più tristi».

La vena artistica scorre nel sangue di Irene Rainini, appassionata di fantascienza; amante dell’arte, di Frida Khalo, per la sua profondità e intensità; della musica; ha suonato, infatti, il violoncello in un’orchestra per otto anni. Ed è l’#arte che dà un senso più profondo alla sua vita, risollevandola nei momenti più bui.
Un invito a non mollare mai, a non arrendersi alle difficoltà. Perché più la sofferenza è tanta, più da quella finestra buia potrà uscire una luce splendente.


> Ordina il libro "#Rigurgiti" di #IreneRainini
Il libro è acquistabile, previa ordinazione, presso qualsiasi libreria Collana "I Diamanti - #Poesia" #alettieditore
pp.52 €14.00
ISBN 978-88-591-8559-8
Clicca qui per acquistarlo su Amazon:
https://www.amazon.it/Rigurgiti-Irene-Rainini/dp/8859185599


Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti