Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17730

-




XIII CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA INEDITA

“IL FEDERICIANO”

IL PIÙ IMPORTANTE CONCORSO PER TESTI INEDITI ITALIANO.

L'UNICO CHE DÀ L'ETERNITÀ.

ENTRO IL 16 SETTEMBRE 2021

Partecipazione gratuita!



 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Isabella Horn - Ballate dei Sudditi felici

di Aletti Editore

Prefazione di Cristina Morandi

Il poeta cammina per le vie del centro, solitario e senza meta, scrutando con distacco l’umano bestiario: osservatore attento raccoglie e descrive, in un florilegio pregiato e nello stesso tempo sfregiato da un’ironia corrosiva, il dilagante stupidario del vivere. Vivere che, se appare come individuale - è infatti l’individuo che si annienta e si esalta fra gli sconti del grande magazzino, nella movida del sabato sera, nel vortice anaffettivo del fare carriera - è in realtà asservito al comune pensare, anzi, al comune non-pensare.
L’esistenza si schiaccia, rinunciando a se stessa, sulla libertà-illusione di comprare, cambiare oggetti, buttare via cose, prenotare sogni apparenti... Si tratta in realtà di feticci e foglie di fico, forme di consolazione e ottundimento, nei confronti dell’insoddisfazione del vivere e dell’annientamento di ogni forma di interiorità. Scopo ultimo del perdersi nell’inutile come se fosse l’essenziale, è dunque celare a se stessi le inconfessate devastazioni, la solitudine, il vuoto asfittico delle relazioni.
Eppure esiste una dimensione altra, che come un contrappunto chiude ogni poesia-satira, evocata da memorie di fumi, sortilegi, meandri delle vene percepiti fisicamente e psicologicamente, sia nel mistero sempre rinnovato della natura, sia nel mito, nella magia, nella musica, nella danza rituale.
Attraverso l’ironia beffarda con cui l’acchiappadiscorsi racconta i luoghi comuni su tutto e su tutti, l’autrice ripropone i temi portanti della dialettica che sempre si rinnova nelle sue opere, fra effimero e permanente, fra apparenza e profondità del mistero, fra vivere inautentico e autenticità che viene occultata e negata, forse per paura della parola ambita, perfetta, / proibita, benedetta…/ parola mai detta, che salverebbe l’uomo da quel se stesso tutto esteriore che è diventato e in cui si è perduto.

***
Isabella Horn. Nata in Germania, ha viaggiato in Francia e Inghilterra e ha soggiornato a lungo in Spagna.

Vive a Firenze, dove si è laureata in Lingue Straniere Moderne.
Ha lavorato come traduttrice e interprete, ha condotto un corso propedeutico di Filologia Germanica presso la Facoltà di Lettere di Firenze, e si è in seguito dedicata all’insegnamento della lingua e letteratura tedesca.
Da diversi anni coniuga la poesia e l’impegno civile nonviolento.
Autrice di dodici raccolte liriche, ha conseguito diversi riconoscimenti tra cui:
- 1° premio per la raccolta inedita al concorso “Omaggio a Corrado Alvaro” (1995);
- 1° premio per la poesia inedita al concorso “Val di Magra” (2006);
- 1° premio per la raccolta edita al concorso “Santa Rita” (2006);
-vincitrice del Premio internazionale “Letteratura” dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli, per la raccolta inedita (2014);
-vincitrice di una ‘dignità di stampa’ per la raccolta inedita al Premio “I Murazzi” (2015);
-vincitrice del Premio internazionale “Letteratura” dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli per la raccolta edita “Codice Barbaro” (2016);
Ha tradotto e curato il saggio di Theodor Lessing Maledetta civiltà, Stampa Alternativa, Viterbo, 2014.
Nel 2015 ha pubblicato uno studio sulla traduzione tedesca di Horcynus Orca di Stefano D’Arrigo:
(http://www.retididedalus.it/…/PRIMO_PIA…/3_trasposizione.htm)
Con la Aletti Editore ha pubblicato Codice Barbaro (2013), La Stanza della Luce (2015), Impermanenze (2016), Lunae Antiquae (2017).

Collana Gli Emersi - Poesia
pp.80 €12.00
ISBN978-88-591-4880-7
Il libro è disponibile anche in versione e-book

Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

e su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti